Elmetto LS da sverniciare
Vecchio 03-01-2018, 19.29.14   #1
andreadep
Utente Senior
 
L'avatar di andreadep
 
andreadep non in linea
Data di registrazione: Sat May 2009
Messaggi: 385
Predefinito Elmetto LS da sverniciare

Buonasera a tutti,
ho recentemente ripreso a sverniciare un elmetto Gladiator della Luftshutz completamente riverniciato di nero nel dopoguerra. Dopo aver usato per l'esterno l'acetone che, tuttavia, non mi ha dato una grandissima impressione, visto che lascia sempre un leggero alone di nero, ho deciso di sperimentare un metodo più meccanico, ovvero, grattare pazientemente e leggermente con un taglierino.
L'esito è stato senza alcun dubbio molto più soddisfacente: il tipico blu LS si vede al 100%.
Tuttavia, ho notato che si sono formate numerosi microsegni sulla vernice che, se illuminati e visti da vicino, fanno un effetto un po' strano.
Allora, mi domando, ho sbagliato qualcosa io, oppure è normale che si formi questo effetto?
Immagini allegate
Tipo di file: jpg IMG_4118.jpg (100.4 KB, 1 visite)
  Rispondi citando

Vecchio 03-01-2018, 19.33.34   #2
andreadep
Utente Senior
 
L'avatar di andreadep
 
andreadep non in linea
Data di registrazione: Sat May 2009
Messaggi: 385
Predefinito

Particolare
Immagini allegate
Tipo di file: jpg IMG_4115.jpg (184.4 KB, 0 visite)
  Rispondi citando

Vecchio 03-01-2018, 19.35.58   #3
andreadep
Utente Senior
 
L'avatar di andreadep
 
andreadep non in linea
Data di registrazione: Sat May 2009
Messaggi: 385
Predefinito

Cosa mi consigliate di fare? Smetto o continuo con questo metodo?
Immagini allegate
Tipo di file: jpg IMG_4116.jpg (169.8 KB, 0 visite)
  Rispondi citando

Vecchio 03-01-2018, 20.23.10   #4
Ironcrown
Super Moderator
 
L'avatar di Ironcrown
 
Ironcrown non in linea
Data di registrazione: Wed May 2007
Ubicazione: Firenze
Messaggi: 20,291
Predefinito

Hai usato un taglierino affilato, e questo è il risultato. Meglio evitare tale strumento. Forse puoi attenuare l'effetto con un po' di pasta abrasiva, ma considera che in tal modo rimuovi della vernice originale.
Prova con la lama di un vecchio coltellino tascabile, affilato a pietra di tanto in tanto. E non incidere, bensì cerca di raschiare "di piatto", cercando di far saltare la vernice a scaglie invece che tagliarla via. Non è facile da spiegare, ma se fai un paio di tentativi poi capirai cosa intendo
__________________
|
Colleziono Kappenabzeichen della cavalleria austro-ungarica: Dragoni, Ussari, Ulani, Honvèd, Landwehr, KTD, RAD ecc.
|
|
Sostenete la missione italiana a Kirov!
http://www.napv.it/missione-kirov/
  Rispondi citando

Vecchio 03-01-2018, 21.19.01   #5
andreadep
Utente Senior
 
L'avatar di andreadep
 
andreadep non in linea
Data di registrazione: Sat May 2009
Messaggi: 385
Predefinito

Grazie infinite per il consiglio Ironcrown, ora cercherò un mezzo alternativo che rispetti le caratteristiche da te descritte. Per fortuna mi sono fermato prima di fare un disastro!
Ho letto, in un tuo magnifico post sugli M33, che si può utilizzare la lama di un temperino, sempre evitando di agire di taglio, quindi vorrei provare a fare così per il momento
  Rispondi citando

Vecchio 03-01-2018, 22.01.01   #6
Ironcrown
Super Moderator
 
L'avatar di Ironcrown
 
Ironcrown non in linea
Data di registrazione: Wed May 2007
Ubicazione: Firenze
Messaggi: 20,291
Predefinito

Può andare bene un coltellino svizzero, oppure anche un vecchio coltellino tattico dell'esercito italiano, di quelli copiati dagli Inglesi con l'impugnatura nera zigrinata.
__________________
|
Colleziono Kappenabzeichen della cavalleria austro-ungarica: Dragoni, Ussari, Ulani, Honvèd, Landwehr, KTD, RAD ecc.
|
|
Sostenete la missione italiana a Kirov!
http://www.napv.it/missione-kirov/
  Rispondi citando

Vecchio 03-01-2018, 22.14.29   #7
andreadep
Utente Senior
 
L'avatar di andreadep
 
andreadep non in linea
Data di registrazione: Sat May 2009
Messaggi: 385
Predefinito

Perfetto, allora! Alla prima occasione me ne procurerò uno, visto che sono estremamente comuni ai banchetti.
Nel frattempo, ammetto, sia per curiosità di provare un nuovo metodo sia per rimediare all'errore compiuto in precedenza, ho usato una lametta di temperino, proprio nel modo da te consigliato. Devo dire che il risultato è notevolmente migliore
Come ti sembra?
La parte sinistra, ovviamente, era stata trattata con il metodo "taglierino affilato", mentre la parte a destra, quella appena fatta, è frutto del tuo consiglio
Immagini allegate
Tipo di file: jpg IMG_4126.jpg (137.5 KB, 1 visite)
  Rispondi citando

Vecchio 05-01-2018, 13.33.46   #8
Ironcrown
Super Moderator
 
L'avatar di Ironcrown
 
Ironcrown non in linea
Data di registrazione: Wed May 2007
Ubicazione: Firenze
Messaggi: 20,291
Predefinito

Sì, è un po' meglio. Anche così però il colore originale viene danneggiato. Credo che ciò, più che per tua colpa, sia da imputare alla qualità della vernice degli elmetti LS, che probabilmente non era tanto resistente quanto quella degli elmetti della Wehrmacht. Forse lo strato applicato era più sottile, in ogni caso di solito sugli elmetti militari i risultati della raschiatura sono migliori.
__________________
|
Colleziono Kappenabzeichen della cavalleria austro-ungarica: Dragoni, Ussari, Ulani, Honvèd, Landwehr, KTD, RAD ecc.
|
|
Sostenete la missione italiana a Kirov!
http://www.napv.it/missione-kirov/
  Rispondi citando

Vecchio 06-01-2018, 15.09.11   #9
andreadep
Utente Senior
 
L'avatar di andreadep
 
andreadep non in linea
Data di registrazione: Sat May 2009
Messaggi: 385
Predefinito

Condivido pienamente la tua analisi, la vernice sembra molto sottile, o quanto meno, di qualità inferiore rispetto a quella utilizzata sui tradizionali elmetti militari. In alcuni punti, dove era già assente la vernice postbellica, si vede direttamente il metallo
  Rispondi citando

Vecchio 22-01-2018, 20.11.52   #10
JFK
Utente Senior
 
L'avatar di JFK
 
JFK non in linea
Data di registrazione: Fri Nov 2007
Ubicazione: ex Tirol
Messaggi: 1,723
Predefinito

Sembra stupido farlo ma se lo fai velocemente ed in piccole zone lo sverniciante lavora solo sulla vernice esterna.
Una lama alternativa per questo lavoro di scrostatura a secco invece la potresti ricavare affilando e sagomando un pezzo di legno duro e secco (ad es. dalle mollette in legno non avendo di meglio).

ciao boces
__________________
"sotto un unico cielo"


al
  Rispondi citando

Vecchio 27-02-2018, 17.35.32   #11
andreadep
Utente Senior
 
L'avatar di andreadep
 
andreadep non in linea
Data di registrazione: Sat May 2009
Messaggi: 385
Predefinito

Grazie mille per i consigli JFK, appena possibile mi piacerebbe tanto provare anche in questo modo, così da vedere gli effetti sulla vernice postbellica
  Rispondi citando
Rispondi


Stanno leggendo questa discussione: 1 (0 utenti e 1 visitatori)
 
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata
Modalità di visualizzazione

Regole di scrittura
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is Attivo
smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato

Vai al forum



Tutti gli orari sono GMT +2. Attualmente sono le 04.38.58.


vBulletin skin developed by: eXtremepixels
Powered by vBulletin versione 3.8.9
Copyright ©: 2000 - 2018, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia. it