Paccottiglia di scavo
Vecchio 11-06-2007, 10.17.29   #1
Ironcrown
Super Moderator
 
L'avatar di Ironcrown
 
Ironcrown non in linea
Data di registrazione: Wed May 2007
Ubicazione: Firenze
Messaggi: 20,359
Predefinito Paccottiglia di scavo

Salve a tutti!
Una delle mie passioni del fine settimana è andare in giro con il cercametalli. Ritengo questo hobby uno sport completo (sono sollecitati tutti i muscoli del corpo), una bella occasione per passare qualche ora con gli amici all'aria aperta ed un metodo economico per incrementare la propria collezione.
In questi anni mi sono preso delle belle soddisfazioni, non tanto per il valore venale dei ritrovamenti, quanto per quello storico e per il fatto stesso di averli fatti di persona. Molti degli oggetti che vedete sono facilmente reperibili nei mercatini o su Internet per pochi euro, ma volete mettere il piacere di rinvenirli sul campo?
La mia zona di ricerca è quella dell'alto Mugello, zona d'operazioni della Quinta Armata Usa. A parte i crinali, un buon posto per trovare qualcosa sono le discariche degli accampamenti alleati; il proverbio in uso presso gli antiquari americani "quello che è spazzatura per te potrebbe essere un tesoro per qualcun altro" in questo caso calza a pennello
Ecco una prima visione d'insieme della paccottiglia più interessante. Ho lasciato da parte i doppioni e tante minuterie di minore interesse. Intendiamoci, ci ho messo anni per mettere insieme questo gruppo, non si tratta di roba saltata fuori tutta in un weekend!
Immagini allegate
Tipo di file: jpg Generale.jpg (164.7 KB, 16 visite)
  Rispondi citando

Vecchio 11-06-2007, 10.21.39   #2
Ironcrown
Super Moderator
 
L'avatar di Ironcrown
 
Ironcrown non in linea
Data di registrazione: Wed May 2007
Ubicazione: Firenze
Messaggi: 20,359
Predefinito

Questo è l'unico distintivo che ho trovato sul campo di battaglia. E' danneggiato da una scheggia. Chissà che fine avrà fatto il poveraccio che lo indossava!
Immagini allegate
Tipo di file: jpg InfantrymanBadge.jpg (25.0 KB, 1803 visite)
  Rispondi citando

Vecchio 11-06-2007, 10.23.02   #3
Ironcrown
Super Moderator
 
L'avatar di Ironcrown
 
Ironcrown non in linea
Data di registrazione: Wed May 2007
Ubicazione: Firenze
Messaggi: 20,359
Predefinito

La parte posteriore, marcata Sterling
Immagini allegate
Tipo di file: jpg InfantrymanBadge2.jpg (23.8 KB, 1796 visite)
  Rispondi citando

Vecchio 11-06-2007, 10.25.16   #4
Ironcrown
Super Moderator
 
L'avatar di Ironcrown
 
Ironcrown non in linea
Data di registrazione: Wed May 2007
Ubicazione: Firenze
Messaggi: 20,359
Predefinito

Questo ciondolo non è prettamente militare, ma dalla fattura e dal luogo del ritrovamento deduco che si tratti di un souvenir del Nord Africa perso da un GI di passaggio...
Immagini allegate
Tipo di file: jpg Arabesque.jpg (56.2 KB, 1805 visite)
  Rispondi citando

Vecchio 11-06-2007, 10.32.19   #5
Ironcrown
Super Moderator
 
L'avatar di Ironcrown
 
Ironcrown non in linea
Data di registrazione: Wed May 2007
Ubicazione: Firenze
Messaggi: 20,359
Predefinito

Anelli. Il primo reca la scritta NAPLES ed una vista della città partenopea; lo trovai in una trincea. Gli altri provengono tutti da accampamenti o discariche di accampamenti. Il secondo aveva un'aquila riportata che è andata perduta, se ne intravede però il contorno sulla cromatura. Il terzo reca inciso ORAN (Nord Africa). Il quarto porta la scritta AFRIA, chi lo incise si dimenticò la C! Il quinto è in argento, ma purtroppo fu smarrito prima che potesse venirvi inciso alcunchè.
Immagini allegate
Tipo di file: jpg anelli.jpg (39.9 KB, 1781 visite)
  Rispondi citando

Vecchio 11-06-2007, 10.59.00   #6
Ironcrown
Super Moderator
 
L'avatar di Ironcrown
 
Ironcrown non in linea
Data di registrazione: Wed May 2007
Ubicazione: Firenze
Messaggi: 20,359
Predefinito

Favoloso DUI (distinguished unit insignia) del 366th infantry regiment, della 92nd Infantry Division. La divisione Buffalo, composta da afroamericani. In generale questa unità non fece una bella figura sul capo di battaglia, pare per lo più a causa del fatto che i quadri, bianchi, erano di pessima qualità (in gran parte personale scartato o soggetto a "trasferimento punitivo" da altre unità). Questo reggimento è stato considerato il migliore della divisione, e non a caso era l'unico ad essere interamente composto da neri, ufficiali compresi!
Il distintivo l'ho rinvenuto in un luogo dove il reggimento era impiegato con compiti di guardia, prima di essere trasferito in prima linea (se ricordo bene intorno al dicembre 1944).
Quando lo mostrai tutto felice a mia nonna, che a quei tempi abitava nella zona, spiegandole che cosa fosse, lei mi rispose di rimando: "Ma certo che l'hai trovato lì, c'erano accampati i neri! Tra l'altro ci fu anche uno di loro che mise incinta una ragazza del posto, e poi non lo si rivide più!"
Bel tipo mia nonna, queste cose me le dice solo dopo che il luogo l'ho ritrovato da me dopo tanta fatica, mai che mi indichi qualcosa prima

Sempre secondo il parere di mia nonna, e di altri anziani che all'epoca vivevano lungo la linea Gotica, i soldati più buoni erano i neri. Erano trattati male dagli altri, ma erano sempre gentili e generosi con la popolazione. Gli americani bianchi non erano cattivi, ma un po' zoticoni, grandi bevitori e disordinati. Gli inglesi erano i peggiori di tutti, grandi ubriaconi e piuttosto cattivi; forse pesava loro il fatto di non avere tutte le disponibilità dei cugini d'oltreoceano, e che fossero in guerra da tanti anni.
Dei tedeschi al contario di quanto si potrebbe pensare, mia nonna non dice malissimo, forse perchè nelle zone dove abitava non furono fatte le stragi che ci furono invece a Marzabotto o a S.Anna di Stazzema. I Tedeschi mia nonna li considerava "dei signori", ordinati, disciplinati e puliti; nonostante disponessero di un decimo di quanto possedessero gli Alleati, riuscivano comunque a farselo bastare. "Se non gli davi noia loro ti lasciavano in pace". Dei partigiani invece ha un ricordo non tanto buono: mia nonna era contadina, e quando passavano i partigiani, oltre al rischio di subire ritorsioni se venivano trovati lì con loro, si portavano sempre via qualcosa (in genere cibo).

Scusate la divagazione, ma mi sembrava interessante questo appunto storico ricavato dalle testimonianze dirette di una persona semplice, non inquinata da ideologie politiche, che la storia l'ha vissuta in prima persona
Immagini allegate
Tipo di file: jpg 366th.jpg (42.0 KB, 1775 visite)
  Rispondi citando

Vecchio 11-06-2007, 11.06.30   #7
Ironcrown
Super Moderator
 
L'avatar di Ironcrown
 
Ironcrown non in linea
Data di registrazione: Wed May 2007
Ubicazione: Firenze
Messaggi: 20,359
Predefinito

Altro gruppetto di materiale:
2 accendini, 1 scatolina made in USA, 1 fischietto, fibbie per cintura per truppa e da ufficiale, coltellino tattico TL-29, altro coltellino acquistato privatamente (rinvenuto all'interno di un M1 di scavo!), un dado da gioco, una fish da 80, una matita con la custodia a forma di cartuccia, un plettro per chitarra e qualche monetina da uno e cinque cents.
Immagini allegate
Tipo di file: jpg generale2.jpg (116.7 KB, 6 visite)
  Rispondi citando

Vecchio 11-06-2007, 11.13.02   #8
Ironcrown
Super Moderator
 
L'avatar di Ironcrown
 
Ironcrown non in linea
Data di registrazione: Wed May 2007
Ubicazione: Firenze
Messaggi: 20,359
Predefinito

Dettaglio dei marchi sugli accendini: uno è il mitico Zippo, lo trovai accanto al distintivo da ufficiale dei reparti anticarro raffigurato nella prima foto. Immaginate che bello quando saltò furi dalla buca profonda 40 centimetri!
Il secondo è fatto a forma di bottiglia, e viene da Detroit. La scritta completa (purtroppo la scansione mi è venuta sbilenca) recita: KEM Inc. Detroit, Mich. Made in U.S.A.
Immagini allegate
Tipo di file: jpg accendini.jpg (90.3 KB, 1751 visite)
  Rispondi citando

Vecchio 11-06-2007, 11.24.20   #9
Ironcrown
Super Moderator
 
L'avatar di Ironcrown
 
Ironcrown non in linea
Data di registrazione: Wed May 2007
Ubicazione: Firenze
Messaggi: 20,359
Predefinito

Ultimo oggetto per il momento.
E' il distintivo del corpo di spedizione francese, e mostra un gallo (simbolo della Francia) con sullo sfondo i raggi di un sole che sorge. Quando lo trovai pensai ad un souvenir del Chianti
In realtà mi è stato detto che questi distintivi furono prodotti in Nord Africa utilizzando l'ottone dei bossoli d'artiglieria sparati. Ne esistono diverse versioni, e questa sarebbe quella generica, la più comune. E' curioso il fatto che questo distintivo sia emerso in una zona che fu occupata dagli Alleati quando i Francesi erano già stati trasferiti per sostenere lo sbarco nel sud della Francia. Probabilmente fu smarrito da un americano che lo conservava come ricordo, oppure da un francese isolato rimasto per qualche ragione con gli angloamericani (collegamento, convalescenza...)
Immagini allegate
Tipo di file: jpg gallo.jpg (44.8 KB, 1728 visite)
  Rispondi citando

Vecchio 11-06-2007, 12.48.23   #10
Pik As
Moderator
 
L'avatar di Pik As
 
Pik As non in linea
Data di registrazione: Wed May 2007
Messaggi: 4,496
Predefinito

Grande Ironcrown!!!!
Repoprtage eccezionale, ricco di materiale ed aneddoti! Condivido con te l'aura della quale puo' essere permeato un oggetto trovato direttamente sul campo di battaglia, con tutte le storie che puo' portarsi dietro, confermate magari dagli autoctoni, che hanno visto, allora, i soldati accamparsi nel prato attiguo alla loro abitazione.
L'elica alata del fregio da ufficiale, sara' appartenuta all'equipaggio di un aereo abbattuto su quel fronte?

Bravo! Continua cosi'!
Pik as
  Rispondi citando

Vecchio 11-06-2007, 13.53.41   #11
Ironcrown
Super Moderator
 
L'avatar di Ironcrown
 
Ironcrown non in linea
Data di registrazione: Wed May 2007
Ubicazione: Firenze
Messaggi: 20,359
Predefinito

Grazie per i complimenti Pik As!
Riguardo alle ali con l'elica, non penso provenfgano da un pilota abbattuto; le trovai nei pressi di un accampamento un paio di Km a sud del passo della Futa, vicino a dove rinvenni tra l'altro, anche il ciondolo arabescato, ed altra roba di varia provenienza.

Quasi sicuramente da un aereo abbattuto provengono invece queste ali da "air crew member" (si dice così, giusto?).
Purtroppo il rinvenimento non è opera mia, il distintivo lo comprai in un mercatino delle pulci per pochi euro. La cosa intrigante di questo pezzo è che una sua parte si è fusa dal calore.
Chi me l'ha venduto ha giurato che proviene da un aereo precipitato nel Chianti, se ben ricordo nella zona di Greve; io dubito sempre delle storie, ma le tracce di un calore così intenso sono un valido indizio a conferma della storia.
Naturalmente ci possono essere anche altre spiegazioni, potrebbe anche trattarsi di un distintivo buttato via per qualche ragione dal proprietario e bruciato insieme alla spazzatura come era d'uso all'epoca negli accampamenti USA, ma quest'ultima ipotesi è decisamente molto meno affascinante
Immagini allegate
Tipo di file: jpg aircrew.jpg (31.4 KB, 1716 visite)
  Rispondi citando

Vecchio 11-06-2007, 14.00.39   #12
Ironcrown
Super Moderator
 
L'avatar di Ironcrown
 
Ironcrown non in linea
Data di registrazione: Wed May 2007
Ubicazione: Firenze
Messaggi: 20,359
Predefinito

Il retro, modello pin-back. Al centro c'era il marchi del produttore, che il calore aha quasi interamente cancellato. Notare nella parte inferiore i danni causati dal calore, che sicuramente è stato molto intenso
Immagini allegate
Tipo di file: jpg IM002783.jpg (118.9 KB, 1707 visite)
  Rispondi citando

Vecchio 11-06-2007, 15.02.57   #13
Pik As
Moderator
 
L'avatar di Pik As
 
Pik As non in linea
Data di registrazione: Wed May 2007
Messaggi: 4,496
Predefinito

Ciao!
Molto bello anche il brevetto, da te giustamente descritto nella sua corretta dicitura. Come gia sai, e' un distintivo generico in dotazione al personale dell' equipaggio di volo senza mansioni specifiche a bordo che abbiano gia' un 'badge' proprio della loro specialita'.
La scritta che non riesci a leggere e' molto probabilmente 'Sterling' che non si riferisce ad un produttore, ma all'argentatura del brevetto stesso.

Materiale di indubbio fascino!

Pik as
  Rispondi citando

Vecchio 11-06-2007, 15.24.54   #14
Ironcrown
Super Moderator
 
L'avatar di Ironcrown
 
Ironcrown non in linea
Data di registrazione: Wed May 2007
Ubicazione: Firenze
Messaggi: 20,359
Predefinito

Per le tracce che si possono notare dal vivo con una lente, il marchio pare scritto su due righe, per questo motivo ho scritto "marchio del produttore". Probabilmente c'erano scritte entrambe le cose, sia la sigla o la ragione sociale del fabbricante sia la tipologia del metallo, Sterling appunto
  Rispondi citando

Vecchio 11-06-2007, 15.29.42   #15
Pik As
Moderator
 
L'avatar di Pik As
 
Pik As non in linea
Data di registrazione: Wed May 2007
Messaggi: 4,496
Predefinito

Ciao, ancora.
Se e' scritto su due righe, allora penso sia piu' veritiera la tua ipotesi: e' probabilmente il fabbricante.

pik as
  Rispondi citando
Rispondi


Stanno leggendo questa discussione: 1 (0 utenti e 1 visitatori)
 
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata
Modalità di visualizzazione

Regole di scrittura
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is Attivo
smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato

Vai al forum



Tutti gli orari sono GMT +2. Attualmente sono le 21.44.55.


vBulletin skin developed by: eXtremepixels
Powered by vBulletin versione 3.8.9
Copyright ©: 2000 - 2018, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia. it