Volontari Italiani in Libia I GM
Vecchio 12-05-2016, 19.45.03   #1
marbia80
Utente
 
marbia80 non in linea
Data di registrazione: Sat Sep 2009
Messaggi: 21
Predefinito Volontari Italiani in Libia I GM

Buonasera a tutti,

in un registro dei caduti della IGM della città di Como mi sono imbattuto in un reparto da me mai sentito: i Volontari Italiani, che ha servito in Libia in una batteria di artiglieria, come penso di aver ricavato da questo testo trovato in rete: (LE OPERAZIONI MILITARI IN LIBIA E NEL SAHARA 1914-1918 di Alberto Rosselli)

Avete qualche notizia in più sul reclutamento e le modalità di impiego, considerando che si tratta di cittadini regnicoli e non residenti in colonia.

grazie

Immagini allegate
Tipo di file: jpg Volontari Italiani.jpg (27.3 KB, 4 visite)
  Rispondi citando

Vecchio 21-06-2016, 21.35.43   #2
andima
Utente
 
andima non in linea
Data di registrazione: Mon Dec 2007
Messaggi: 23
Predefinito

Nel 1913, dovendo provvedere al presidio, alla sicurezza ed alla difesa della Libia, su proposta del Ministro Segretario di Stato per le Colonie Bertolini, si provvide all’istituzione di un “Corpo di volontari italiani della Libia”.
Con Regio Decreto N. 1174 del 11 settembre 1913 (Giornale Militare Ufficiale, circolare n° 440 del 11 settembre 1913) furono pertanto costituiti, a titolo sperimentale, i seguenti reparti:
3 battaglioni a piedi;
4 compagnie montate;
2 batterie d’artiglieria da montagna;
2 batterie d’artiglieria da campagna;
3 compagnie d’artiglieria da fortezza;
3 compagnie del genio;
1 deposito per la Tripolitania;
1 deposito per la Cirenaica.
In questi reparti sarebbero confluiti militari italiani alle armi od in congedo e cittadini italiani non ancora sotto le armi. Le norme per l’arruolamento dei volontari vennero definite soltanto in autunno (Giornale Militare Ufficiale, circolare n° 464 del 26 ottobre e 465 del 11 novembre 1913).
Ma fu solo con il Regio Decreto N. 147 del 22 gennaio 1914, che veniva sancito l’ordinamento militare della Tripolitania e della Cirenaica, con la costituzione del Regio Corpo Truppe Coloniali “…a cui sono affidati il presidio, la sicurezza e la difesa della Tripolitania e della Cirenaica” (Regio Decreto 22 gennaio 1914, N. 147, parte I, art. 1, Raccolta Ufficiale delle Leggi e dei Decreti del Regno d’Italia, anno 1914, volume II).
Pur rimanendo questo l’unico ordinamento generale tecnico ed amministrativo per tutta la Libia, ciascuno dei due governi coloniali aveva a propria disposizione forze da esso esclusivamente dipendenti. I due comandanti militari della Tripolitania e della Cirenaica vennero resi indipendenti l'uno dall'altro, anche se dipendenti dai rispettivi governatori per quanto riguardava l'impiego delle rispettive forze.

Il Corpo Volontari della Libia fu poi sciolto e i reparti già esistenti confluirono nei reparti italiani del neocostituito Regio Corpo Truppe Coloniali.

Dai 3 battaglioni a piedi (aumentati a 4 nel 1914), trasse poi origine il corpo dei Cacciatori d’Africa, che stava appunto a designare un reparto costituito esclusivamente da volontari nazionali, di servizio in colonia.

Invece l’esperimento delle compagnie montate non riuscì, tanto che già nel 1916 non venivano più citate in alcun organigramma.

Dal punto di vista uniformologico, vennero creati appositi fregi e mostreggiature sia per i battaglioni Cacciatori, sia per le compagnie montate.

Da notare però che per i Cacciatori all’inizio era previsto il normale fregio di fanteria e solo in seguito furono introdotti i fregi dei cacciatori.
  Rispondi citando

Vecchio 23-06-2016, 21.10.43   #3
marbia80
Utente
 
marbia80 non in linea
Data di registrazione: Sat Sep 2009
Messaggi: 21
Predefinito

Quote:
andima Visualizza il messaggio
Nel 1913, dovendo provvedere al presidio, alla sicurezza ed alla difesa della Libia, su proposta del Ministro Segretario di Stato per le Colonie Bertolini, si provvide all’istituzione di un “Corpo di volontari italiani della Libia”.
Con Regio Decreto N. 1174 del 11 settembre 1913 (Giornale Militare Ufficiale, circolare n° 440 del 11 settembre 1913) furono pertanto costituiti, a titolo sperimentale, i seguenti reparti:
3 battaglioni a piedi;
4 compagnie montate;
2 batterie d’artiglieria da montagna;
2 batterie d’artiglieria da campagna;
3 compagnie d’artiglieria da fortezza;
3 compagnie del genio;
1 deposito per la Tripolitania;
1 deposito per la Cirenaica.
In questi reparti sarebbero confluiti militari italiani alle armi od in congedo e cittadini italiani non ancora sotto le armi. Le norme per l’arruolamento dei volontari vennero definite soltanto in autunno (Giornale Militare Ufficiale, circolare n° 464 del 26 ottobre e 465 del 11 novembre 1913).
Ma fu solo con il Regio Decreto N. 147 del 22 gennaio 1914, che veniva sancito l’ordinamento militare della Tripolitania e della Cirenaica, con la costituzione del Regio Corpo Truppe Coloniali “…a cui sono affidati il presidio, la sicurezza e la difesa della Tripolitania e della Cirenaica” (Regio Decreto 22 gennaio 1914, N. 147, parte I, art. 1, Raccolta Ufficiale delle Leggi e dei Decreti del Regno d’Italia, anno 1914, volume II).
Pur rimanendo questo l’unico ordinamento generale tecnico ed amministrativo per tutta la Libia, ciascuno dei due governi coloniali aveva a propria disposizione forze da esso esclusivamente dipendenti. I due comandanti militari della Tripolitania e della Cirenaica vennero resi indipendenti l'uno dall'altro, anche se dipendenti dai rispettivi governatori per quanto riguardava l'impiego delle rispettive forze.

Il Corpo Volontari della Libia fu poi sciolto e i reparti già esistenti confluirono nei reparti italiani del neocostituito Regio Corpo Truppe Coloniali.

Dai 3 battaglioni a piedi (aumentati a 4 nel 1914), trasse poi origine il corpo dei Cacciatori d’Africa, che stava appunto a designare un reparto costituito esclusivamente da volontari nazionali, di servizio in colonia.

Invece l’esperimento delle compagnie montate non riuscì, tanto che già nel 1916 non venivano più citate in alcun organigramma.

Dal punto di vista uniformologico, vennero creati appositi fregi e mostreggiature sia per i battaglioni Cacciatori, sia per le compagnie montate.

Da notare però che per i Cacciatori all’inizio era previsto il normale fregio di fanteria e solo in seguito furono introdotti i fregi dei cacciatori.
Grazie che completezza!

Ti posso chiedere cortesemente la fonte
  Rispondi citando

Vecchio 23-06-2016, 21.52.23   #4
andima
Utente
 
andima non in linea
Data di registrazione: Mon Dec 2007
Messaggi: 23
Predefinito

La fonte? il mio archivio ... di più non ti so dire .... ma sono informazioni abbastanza note .... le trovi anche sulla gazzetta ufficiale dove sono riportate anche le tabelle organiche ....
  Rispondi citando

Vecchio 20-09-2016, 21.17.32   #5
marbia80
Utente
 
marbia80 non in linea
Data di registrazione: Sat Sep 2009
Messaggi: 21
Predefinito

Grazie per le risposte, scusate per il ritardo ma non riuscivo più a entrare nel forum, boh...

Mi auto quoto per chiedere se il testo dello SME

STRUTTURA UNIFORMI DISTINTIVI E INSEGNE DELLE TRUPPE LIBICHE 1912-1943 di ALES CROCIANI VIOTTI sia valido e meritevole dell'acquisto.

grazie ancora
  Rispondi citando

Vecchio 20-09-2016, 21.45.21   #6
Ironcrown
Super Moderator
 
L'avatar di Ironcrown
 
Ironcrown non in linea
Data di registrazione: Wed May 2007
Ubicazione: Firenze
Messaggi: 20,550
Predefinito

Ho spostato la discussione in una stanza più appropriata, relativa alla Grande Guerra.
In tal modo magari la noteranno utenti maggiormente specializzati sull'argomento
__________________
|
Colleziono Kappenabzeichen della cavalleria austro-ungarica: Dragoni, Ussari, Ulani, Honvèd, Landwehr, KTD, RAD ecc.
|
|
Sostenete la missione italiana a Kirov!
http://www.napv.it/missione-kirov/
  Rispondi citando

Vecchio 21-09-2016, 21.08.55   #7
marbia80
Utente
 
marbia80 non in linea
Data di registrazione: Sat Sep 2009
Messaggi: 21
Predefinito

Quote:
Ironcrown Visualizza il messaggio
Ho spostato la discussione in una stanza più appropriata, relativa alla Grande Guerra.
In tal modo magari la noteranno utenti maggiormente specializzati sull'argomento
Grazie
  Rispondi citando

Vecchio 24-09-2016, 14.29.14   #8
adriano
Utente Senior
 
L'avatar di adriano
 
adriano non in linea
Data di registrazione: Sun Aug 2008
Messaggi: 565
Predefinito

Nel documento si cita una 2^ Compagnia...questo non dovrebbe escludere un inquadramento nell'Artiglieria? Che notoriamente aveva Batterie...
  Rispondi citando
Rispondi


Stanno leggendo questa discussione: 1 (0 utenti e 1 visitatori)
 
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata
Modalità di visualizzazione

Regole di scrittura
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is Attivo
smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato

Vai al forum



Tutti gli orari sono GMT +2. Attualmente sono le 18.02.22.


vBulletin skin developed by: eXtremepixels
Powered by vBulletin versione 3.8.9
Copyright ©: 2000 - 2018, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia. it