Alamari ufficiali Carabinieri
Vecchio 19-05-2018, 16.03.12   #1
Detonatore
Utente
 
Detonatore non in linea
Data di registrazione: Sat Apr 2018
Messaggi: 18
Predefinito Alamari ufficiali Carabinieri

Buongiorno a tutti, gli ufficiali dei Carabinieri portano degli alamari con un disegno elaborato, in alcuni libri questi alamari vengono descritti come segue: "ricamati in argento a catenella con asola formata di palma, branca e nappo". In altri libri si dice che il ricamo rappresenta foglie di acanto. Qualcuno potrebbe spiegarmi queste definizioni ? Grazie. Saluti.
  Rispondi citando

Vecchio 20-05-2018, 13.25.13   #2
adriano
Utente Senior
 
L'avatar di adriano
 
adriano non in linea
Data di registrazione: Sun Aug 2008
Messaggi: 570
Predefinito

Come hai detto giustamente sono solo definizioni...il ricamo salvo piccoli adattamenti allo stile dell'epoca e al supporto è rimasto invariato da secoli...ed quindi l'unico punto fermo della questione...affermare che quelle rappresentate dal ricamo siano foglie di acanto ha qualche senso considerando che questa è una delle piante ornamentali più diffuse nell'iconografia mediterranea a fianco di olivo e quercia...ma la definizione "ufficiale" è quella riportata anche sul sito istituzionale dei Carabinieri...ora cosa sia un "nappo" ed una "branca" si può solo andare per ipotesi interpretative...
Il ricamo rappresenta un asola (e tale era in origine quando venne adottata)ornamentale...quindi la prima porzione quella appunto rappresentata nello stile ornamentale di una palmetta è l'asola vera e propria quindi considerando che per "branca" in ambito marinato si intende: corto pezzo di cavo, terminante a occhio ai due capi, usato per fermare due oggetti fra loro; anche, mazzo di cavi, uniti fra loro a un estremo e liberi all’altro; possiamo ipotizzare che questo termine qui indichi proprio l'occhiello dell'asola, incorniciato da una palma e terminante i uno strascico di fogli che forse è il "nappo", inteso come maschile di nappa...
  Rispondi citando

Alamari ufficiali Carabinieri
Vecchio 21-05-2018, 18.58.20   #3
Detonatore
Utente
 
Detonatore non in linea
Data di registrazione: Sat Apr 2018
Messaggi: 18
Predefinito Alamari ufficiali Carabinieri

Grazie Adriano, però io propongo un'altra spiegazione. Guardando il disegno dell'alamaro si può intravedere (dipende dai punti di vista e dalla fantasia) un albero di palma stilizzato. Forse la frase: "asola formata di palma, branca e nappo" va interpretata cosi': "asola formata di palma", si intende la pianta intera; la branca può anche significare il ramo di un albero, in questo caso il tronco; il nappo (o nappa) sarebbe la chioma dell'albero, in questo caso il ciuffo di foglie dell'albero di palma. Forse la spiegazione potrebbe essere capibile se fosse scritta cosi' :" asola formata di ( albero di ) palma, ( con ) branca e nappo. Non ne sono però del tutto convinto. Saluti.
  Rispondi citando

Vecchio 22-05-2018, 03.07.34   #4
adriano
Utente Senior
 
L'avatar di adriano
 
adriano non in linea
Data di registrazione: Sun Aug 2008
Messaggi: 570
Predefinito

Nel 1815 le palme in Piemonte credo fossero una vera rarità botanica...mi sembra più attinente, considerando che eravamo in pieno neoclassicismo, un riferimento allo stile decorativo dell'epoca in cui una ripresa dei motivi dell'arte classica erano all'ordine del giorno...
  Rispondi citando

Vecchio 22-05-2018, 22.29.56   #5
Detonatore
Utente
 
Detonatore non in linea
Data di registrazione: Sat Apr 2018
Messaggi: 18
Predefinito

Buonasera, l'albero di palma può essere inteso come portatore di simboli di vittoria, molte foglie, molte vittorie (semplice ipotesi). Penso che per una spiegazione definitiva bisognerebbe poter consultare il materiale archivistico dell'Arma, ovvero perché venne deciso quel particolare ricamo ed il suo significato preciso. Saluti
  Rispondi citando

Vecchio 30-05-2018, 13.46.43   #6
Sniper49
Utente Senior
 
L'avatar di Sniper49
 
Sniper49 non in linea
Data di registrazione: Fri Jun 2009
Messaggi: 967
Predefinito

Questo post mi ha incuriosito e così ho fatto una ricerca incrociata, tra i miei libri e la rete ; credo di essere arrivato ad una risposta abbastanza plausibile e l' utente Detonatore, è arrivato alle mie stesse conclusioni .

Quello che trae in inganno è il significato che noi attribuiamo oggi alle parole .
" Branca ", in araldica, indica generalmente una zampa di animale ( orso, leone , lupo etc .), ma andando a scavare più in fondo, vengono denominate branche, le ramificazioni principali di un albero.
Riguardo a " nappo ", credo che sia un refuso ripreso su tutti i regolamenti, poichè l' etimologia porta a " coppa " , " recipiente ", " contenitore " che non appare sugli alamari , ma probabilmente era solo declinata al maschile . Se si considera, invece, la parola " nappa " allora tutto coincide, poichè si parla di un ciuffo di foglie .
Qui di seguito inserisco i due etimi in questione, tratti da vari siti araldici e dalla rete, inoltre, visto che un' immagine vale più di mille parole, posto una scansione dal 2° volume di " Rosso, Argento e Turchino ", in cui appare l' alamaro in questione.
Spero sia una risposta esauriente, ciao a tutti.



AZOLA (poi Asolo) Con questo termine si designava in origine il nucleo centrale dell'alamaro degli ufficiali dei Carabinieri, formato da palma, branca e nappo, ricamati in argento.
Nelle istruzioni per l'uniforme degli ufficiali contenute nel Regolamento Generale - ed. 1822 - del Corpo dei Carabinieri la parola azola stava ad indicare l'alamaro, che nelle prescrizioni attuali continua ad essere costituito da palma, branca e nappo, a conferma della secolarità delle tradizioni che distingue l'Arma dei Carabinieri .

NAPPA 1. Mazzetto di fili (di seta, lana, ecc.) che, legato all’estremità di un cordone, o sull’orlo di un drappo, ecc., serve come ornamento: la n. della tenda, la n. del copricapo militare, o nappina (v.), della dragona della sciabola, della sciarpa azzurra degli ufficiali. Nell’araldica ecclesiastica, fiocco frangiato posto sui cordoni pendenti lateralmente dai cappelli prelatizî e il cui numero (unitamente al colore caratteristico del copricapo) indica la dignità rivestita.

BRANCA 4. . Ciascuno dei rami principali di un albero.
Immagini allegate
Tipo di file: jpg ALAMARI.jpg (172.4 KB, 0 visite)

Ultima modifica di Sniper49 : 30-05-2018 14.14.04.
  Rispondi citando

Vecchio 30-05-2018, 22.57.42   #7
Detonatore
Utente
 
Detonatore non in linea
Data di registrazione: Sat Apr 2018
Messaggi: 18
Predefinito

Un saluto a tutti, ringrazio Sniper49 per la spiegazione molto convincente. Bisognerebbe ancora capire perché l'ideatore del disegno di questi alamari abbia scelto di stilizzare un albero di palma, (per quale significato ?). Rimane anche da spiegare perché in alcune pubblicazioni si scrive che questi alamari sono formati da foglie di acanto ( una varietà di felce molto usata artisticamente). Potrebbe darsi che l'ideatore abbia usato le foglie di acanto opportunamente disposte per realizzare le due parti dell' albero di palma ; il tronco e il ciuffo di foglie in cima ? Grazie.
  Rispondi citando

Vecchio 31-05-2018, 00.13.59   #8
Sniper49
Utente Senior
 
L'avatar di Sniper49
 
Sniper49 non in linea
Data di registrazione: Fri Jun 2009
Messaggi: 967
Predefinito

Allora... rispolvero i miei studi artistici per dare qualche altra notizia richiesta da Detonatore...:
Devo precisare , innanzitutto, che le foglie di acanto sono molto più frastagliate rispetto a quelle degli alamari ; di seguito posto un disegno di tale tipologia di foglia. Come giustamente dice l' amico Detonatore, erano usate come decorazione artistica nella scultura dei capitelli corinzi ed in altri tipi di fregi.
Credo, inoltre, che la parola " palma " riferita all' albero , sia stata usata in maniera inappropriata, poichè le foglie degli alamari non hanno nessuna somiglianza con tale albero. La denominazione " palma " mi riporta a " foglie palmate " derivanti , cioè , dal palmo della mano, per indicare delle foglie con più lobi come , appunto , sono gli alamari in questione.
Sono sempre dell' idea che in passato venivano usati dei termini che non corrispondono al significato attuale , magari venendo deformati nella dizione e che ci mettono in difficoltà per la giusta interpretazione.
Se in alcuni testi si trova notizia di foglie di acanto, credo si possano riferire ad altri tipi di ricami, ma non certo di questi alamari.
Immagini allegate
Tipo di file: jpg ACANTO.jpg (53.5 KB, 44 visite)
  Rispondi citando

Vecchio 31-05-2018, 09.13.37   #9
Ironcrown
Super Moderator
 
L'avatar di Ironcrown
 
Ironcrown non in linea
Data di registrazione: Wed May 2007
Ubicazione: Firenze
Messaggi: 20,678
Predefinito

Alamari?
CALAMARI!!!
Così li chiamavamo quando facevo il militare, e se ci pensate come forma siamo lì
Battute a parte, gli alamari da ufficiali, a parte quelli orribili in plastica forniti dall'Amministrazione e che nessuno usa, sono tutti di acquisizione privata e fatti a mano. Per questo, le varianti sono infinite, e molto è lasciato all'estro e alla bravura della ricamatrice.
__________________
|
Colleziono Kappenabzeichen della cavalleria austro-ungarica: Dragoni, Ussari, Ulani, Honvèd, Landwehr, KTD, RAD ecc.
|
|
Sostenete la missione italiana a Kirov!
http://www.napv.it/missione-kirov/
  Rispondi citando

Vecchio 31-05-2018, 09.46.03   #10
adriano
Utente Senior
 
L'avatar di adriano
 
adriano non in linea
Data di registrazione: Sun Aug 2008
Messaggi: 570
Predefinito

Sinceramente per essere un ricamo stilizzato, la somiglianza con l'acanto c'è e come...almeno nella seconda metà...

Il fatto che nella descrizione le tre parti vengono indicate con tre nomi distinti, a prescindere dal significato dei termini, significa che sono tre parti diverse...quindi branca e nappo non possono essere la stessa cosa...

La parte caratterizzata dall'asola è indiscutibilmente una palma, o più esattamente una palmetta, nel gergo utilizzato nel descrivere gli elementi ornamentali...

Se vogliamo sottilizzare, nella descrizione anche " ricamati in argento, a catenella" non è che abbia molto senso...in quanto ne oggi ne allora sono ricamati con un punto "catenella"...
Immagini allegate
Tipo di file: jpg alam.jpg (136.8 KB, 0 visite)
  Rispondi citando

Vecchio 31-05-2018, 10.17.33   #11
Sniper49
Utente Senior
 
L'avatar di Sniper49
 
Sniper49 non in linea
Data di registrazione: Fri Jun 2009
Messaggi: 967
Predefinito

Ciao Adriano, come al solito , sei molto preciso nelle tue risposte...
E' vero, in questa foto le forme corrispondono in pieno alle foglie di acanto , io mi ero limitato al disegno del regolamento, che è diverso dalla foto.

Riguardo a branca e nappo, avevo già espresso la mia opinione nei messaggi precedenti.

Riguardo alla palma, effettivamente , nella foto, le foglie fanno pensare a questo tipo di decorazione ; non avevo preso in considerazione la foto reale degli alamari...
  Rispondi citando

Vecchio 01-06-2018, 01.33.24   #12
adriano
Utente Senior
 
L'avatar di adriano
 
adriano non in linea
Data di registrazione: Sun Aug 2008
Messaggi: 570
Predefinito

Ho scoperto che nel 1817 per la grande uniforme degli ufficiali viene introdotto un ricamo con motivo a catenella che circonda tutto il collo oltre agli alamari descritti...certo il regolamento da cui è tratto lo stralcio sopra riportato è assai più recente e nel periodo risorgimentale già pare che tale ornamento sia sparito ma forse è a quello che si riferisce la descrizione...forse nono ostante il cambiamento la descrizione è stata pedissequamente riportata nel corso degli anni fino a perdere il contesto e quindi il senso...
Immagini allegate
Tipo di file: jpg 045-1.jpg (7.5 KB, 39 visite)
  Rispondi citando

Vecchio 01-06-2018, 16.48.32   #13
Sniper49
Utente Senior
 
L'avatar di Sniper49
 
Sniper49 non in linea
Data di registrazione: Fri Jun 2009
Messaggi: 967
Predefinito

Ciao Adriano, non abbiamo considerato una cosa : il punto catenella esiste davvero nel ricamo ed ha , appunto, la forma di una catenella. L' ho appena trovato in rete, quindi gli alamari dovevano essere davvero ricamati in quel modo, ma nei disegni non si distingue il tipo di punto.
Il motivo a catenella di cui parli nell' ultimo messaggio, si riferisce certamente alla decorazione ricamata dell' immagine postata, ma se i regolamenti citano "...ricamati a catenella ..." credo proprio che si riferissero a quel tipo di punto.

Nella tua foto degli alamari , il ricamo è liscio e probabilmente ha ragione anche Ironcrown quando dice delle differenze tra una ricamatrice e l' altra, ma , facendo un' altra ipotesi, magari questo punto catenella era piuttosto impiccioso da realizzare che nel tempo è stato abbandonato...

Ehm... rileggendo questi scambi di battute, mi sto scompisciando dal ridere a pensare che un gruppo di adulti, maschi, vaccinati, brizzolati o canuti, stiano qui , in un Forum serio e guerresco a dissertare di punti di ricamo come delle vecchie zitelle....
  Rispondi citando

Vecchio 02-06-2018, 02.10.15   #14
adriano
Utente Senior
 
L'avatar di adriano
 
adriano non in linea
Data di registrazione: Sun Aug 2008
Messaggi: 570
Predefinito

Se leggi con attenzione il mio intervento precedente, avevo già citato il punto catenella, e lo avevo anche escluso, so bene come si realizza quel punto, ed escluderei a ragion veduta che potesse essere utilizzato per realizzare quel tipo di ornamento militare... in ambito sia civile che militare fin dai secoli precedenti le giubbe maschili erano riccamente ornate di ricami in canuttiglia, il punto catenella è un punto molto elementare ed è realizzato solitamente con filo di seta, cotone o altra fibra tessile non certo con la canuttiglia metallica...

Qui di seguito un catalogo di una mostra tenutasi a Milano presso Palazzo Morando nel 2017...si tratta specificamente di una mostra su lustrini e paillettes ma può essere utile per dare una scorsa ad alcune tecniche sartoriali utilizzate per realizzare questi ricami...un capitoletto è dedicato alle uniformi civili e militari tra '700/'800 con alcuni riferimenti al valore simbolico attribuito alle specie vegetali rappresentate...

http://mediagallery.comune.milano.it...i_di_luce_2016

Sono del parere che per chi si interessa o colleziona uniformi storiche non si possa prescindere da una conoscenza più o meno approfondita delle tecniche sartoriali coinvolte nella realizzazione delle medesime...sia per una più solida comprensione , sia per un'eventuale restauro o corretta conservazione...
  Rispondi citando

Vecchio 02-06-2018, 10.39.34   #15
Sniper49
Utente Senior
 
L'avatar di Sniper49
 
Sniper49 non in linea
Data di registrazione: Fri Jun 2009
Messaggi: 967
Predefinito

Per la miseria Adriano, devo farti i miei complimenti per le tue competenze in tutti i campi trattati in questo Forum.
L' articolo sulla mostra è molto interessante, soprattutto riguardo ai disegni che mostrano come venivano applicate le paillettes .
Mi arrendo davanti alle tue argomentazioni, penso che la cosa possa dirsi pienamente conclusa, poichè non c' è altro da aggiungere...
E' stata una bella discussione, ciao e buon fine settimana.
  Rispondi citando
Rispondi


Stanno leggendo questa discussione: 1 (0 utenti e 1 visitatori)
 
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata
Modalità di visualizzazione

Regole di scrittura
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is Attivo
smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato

Vai al forum



Tutti gli orari sono GMT +2. Attualmente sono le 06.13.33.


vBulletin skin developed by: eXtremepixels
Powered by vBulletin versione 3.8.9
Copyright ©: 2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia. it