Vecchio 02-01-2014, 09.22.20   #16
Prinz Eugen
Moderator
 
L'avatar di Prinz Eugen
 
Prinz Eugen non in linea
Data di registrazione: Wed May 2007
Messaggi: 2,492
Predefinito

Quote:
Ironcrown Visualizza il messaggio
Penso che invece chi volesse andare oggi da quelle parti per fare shopping collezionistico, dovrebbe portarsi dietro le mutande di ferro
...con la certezza che, anche su quelle, verrebbe eseguito qualche bel graffito "Vietnam War"....
__________________
"Quel che non perdono al mio tempo è di aver costruito l'alibi della propria viltà diffamando gli eroi."
Adriano Romualdi
  Rispondi citando

Vecchio 02-01-2014, 12.52.35   #17
Pik As
Moderator
 
L'avatar di Pik As
 
Pik As non in linea
Data di registrazione: Wed May 2007
Messaggi: 4,530
Predefinito

Ciao, Iron!

Quote:
Ironcrown Visualizza il messaggio
Nel 1988 non penso che in Vietnam già falsificassero gli Zippo, e se lo facevano probabilmente era un fenomeno limitato. Penso che invece chi volesse andare oggi da quelle parti per fare shopping collezionistico, dovrebbe portarsi dietro le mutande di ferro
Personalmente, credo che nell'88 possano benissimo essersi dedicati alla falsificazione di tanti oggetti. Succedeva in europa, potrebbe benissimo essere successo in asia. Come gli Zippo venivano personalizzati 15 anni prima, niente vieta che a qualcuno fosse venuto in mente di farlo alla fine degli anni '80. Sappiamo benissimo di quanto possa essere fiorente il mercato della riproduzione, se c'è una domanda da soddisfare.

Rimango sempre dubbioso davanti a certi oggetti trovati in loco. Soprattutto quelli che avrebbero dovuti essere realizzati ad personam. Perché mai tutti quelli Zippos fatti personalizzare da un soldato, dovrebbero essere stati trovati a Saigon? La logica mi porterebbe a pensare di trovarli più facilmente nel Wyoming, dove il reduce s'è portato appresso il suo accendino al ritorno nel 'mondo'. Mi sembra meno credibile che i vietnamiti incidessero una grande quantità di Zippo nell'attesa che il GI di turno, passando davanti alla bancarella che li aveva in esposizione, andasse a cercarsi proprio quello che si riferiva a Khe Sanh nel periodo che l'aveva visto strenuo difensore di quella base avanzata...

Pik As
__________________
Le foto e gli oggetti postati appartengono alla collezione di Pik As (a meno che differentemente specificato)
-----------------------------
Photos and items posted own @ Pik As Collection (unless otherwise accredited)
  Rispondi citando

Vecchio 03-01-2014, 08.15.34   #18
Zeller
Moderator
 
L'avatar di Zeller
 
Zeller non in linea
Data di registrazione: Wed May 2007
Messaggi: 4,021
Predefinito

Sul discorso falsificazione non ho nulla da commentare. Sul discorso disponibilità di zippo di annate coerenti e sula fatto che all'epoca fossero personalizzati in loco, invece si. Tutt'oggi come scrivevo prima, la Thailandia è invasa di fondi di magazzino di roba americana anni 60-70, lasciata/donata. Quando gli americani se ne sono andati in fretta e furia dal Vietnam avranno certamente lasciato magazzini pieni di materiale. Non mi farebbe affatto strano che ci fossero anche migliaia di zippo in qualche base. Sul fatto che si facessero personalizzare oggetti, ne ho avuto la conferma da più di un veterano, esattamente come succedeva 20 anni fa a Napoli con le "Cruise jackets" della marina...made in Napoli. Giubbotti, souvenirs, accendini incisi in loco...tutto "servizi" forniti dai locali. Che probabilmente annusato l'affare con i ricchi americani, han continuato. A noi forse nel 1988 non importava molto della roba Vietnam, ma gli americani già ci andavano in pellegrinaggio...
__________________
Saluti

Zeller
  Rispondi citando

Vecchio 03-01-2014, 09.19.52   #19
Patacca
Utente BMF
 
L'avatar di Patacca
 
Patacca non in linea
Data di registrazione: Fri Jun 2007
Messaggi: 2,676
Predefinito

Quote:
Pik As Visualizza il messaggio
Ciao!

Sinceramente, nutro non pochi dubbi sull'autenticità degli Zippo postati. Come tutti i paesi - non precisamente ricchissimi - interessati da una qualche precedente esperienza bellica, come quelli dell'ex cortina di ferro, anche il Sud Est Asiatico non è sfuggita l'appetibile occasione di fornire a quanti chiedevano di vestigia militari, di dare loro cosa andavano cercando. E' successo come ben sappiamo, nell'est europa, non vedo perché non debba succedere agli altrettanto avvezzi all'espediente ed arguti orientali.

Sono stato in Vietnam quest'estate e vi posso dire che non c'era mercatino, bancarella o negozietto dell'usato, che non potesse vantare una collezione dei suddetti accendini - ognuno d'essi, manco a dirlo, personalizzato - che non potesse fare invidia al più guarnito museo della guerra indocinese.

La storia ce lo ha insegnato: laddove c'è motivo, e orde di affamati collezionisti ne rappresentano uno davvero ghiotto, ci sarà sempre chi tenterà, investendo poche lire (Dong, nel caso dei Vietnamiti) nel tentativo di decuplicare il capitale iniziale, di creare falsi. Non dimentichiamoci ancora che, le poche lire nostre, possono essere una vera somma per gli autoctoni!

Gli accendini, rappresentano poi una possibilità davvero versatile ed economica. Come succede con la roba tedesca, dove non si esita ad apporre Waffenamt di fantasia su qualsiasi oggetto possa destare attenzione, la decorazione su di uno Zippo, proprio per la sua natura artigianale, è estremamente facile da riprodurre ed invecchiare.

Sarò un pavido - o un sognatore - ma a mio avviso, la quasi totalità delle personalizzazioni degli accendini che sono sul mercato, sono fatti ben dopo il 1975!

Pik As
La tua osservazione non fa una grinza, che poi è quello che penso riguardo quelli del link postato da zeller. Per quanto riguarda i miei invece, come ho scritto li acquistai nel 1988 e a quel tempo l'ingresso turistico in Vietnam era contigentato tanto che a Saigon non vidi nessun turista oltre a noi. Inoltre la somma pagata per tutti e tre, 4,5 dollari in tutto, mi fa dubitare che questi si mettevano a fare tutte sto lavoro per 1,5 dollari l'uno. Tra l'altro i zippo che mi proposero senza scritte, chiedevano 1 dollaro, quindi la differenza di mezzo dollaro decisamente non valeva la candela direi. Inoltre c'è anche da dire che quando li presi erano ben sporchi di sporco vecchio ed inoltre come ha notato giustamente Animal, i codici di fabricazione Zippo sono corretti, cosa pressochè introvabile su quelli spacciati dopo l'apertura al turismo di massa.
Alla fine parliamo di roba "moderna" e quindi tutto può essere: prendendo uno zippo doc e farci un incisione 40 anni fa o 20, quindi con lo stesso modus operandi, rimane impossibile da capire.
Io però sono convinto della genuinità dei miei (e c'erano solo questi, non decine) e quindi li conservo volentieri come un vecchio ricordo di viaggio
__________________
gato frito xe più de can!
  Rispondi citando

Vecchio 03-01-2014, 09.27.12   #20
Patacca
Utente BMF
 
L'avatar di Patacca
 
Patacca non in linea
Data di registrazione: Fri Jun 2007
Messaggi: 2,676
Predefinito

Quote:
Zeller Visualizza il messaggio
Sul discorso falsificazione non ho nulla da commentare. Sul discorso disponibilità di zippo di annate coerenti e sula fatto che all'epoca fossero personalizzati in loco, invece si. Tutt'oggi come scrivevo prima, la Thailandia è invasa di fondi di magazzino di roba americana anni 60-70, lasciata/donata. Quando gli americani se ne sono andati in fretta e furia dal Vietnam avranno certamente lasciato magazzini pieni di materiale. Non mi farebbe affatto strano che ci fossero anche migliaia di zippo in qualche base. Sul fatto che si facessero personalizzare oggetti, ne ho avuto la conferma da più di un veterano, esattamente come succedeva 20 anni fa a Napoli con le "Cruise jackets" della marina...made in Napoli. Giubbotti, souvenirs, accendini incisi in loco...tutto "servizi" forniti dai locali. Che probabilmente annusato l'affare con i ricchi americani, han continuato. A noi forse nel 1988 non importava molto della roba Vietnam, ma gli americani già ci andavano in pellegrinaggio...
tutto d'accordo meno che sul fatto che gli americani già nel 1988 andavano in pellegrinaggio in quei luoghi: non era facile per noi, figurati per loro. Anzi varie volte ci trattavano un po' maluccio dicendo che gli italiani sono amici degli americani e pure noi facciamo propaganda anticomunista….
Gli unici a scorrazzare alla grande erano i giapponesi: si erano accapparrati il mercato del recupero di metalli (leggesi residuati bellici): ho visto grandi depositi di recuperi, ma non mi hanno mai fatto entrare per sbirciare…
I giap si prendevano i metalli e in cambio davano ai viet roba elettrica e motorette ormai obsolete per il mercato capitalista
__________________
gato frito xe più de can!
  Rispondi citando

Vecchio 03-01-2014, 10.30.39   #21
Pik As
Moderator
 
L'avatar di Pik As
 
Pik As non in linea
Data di registrazione: Wed May 2007
Messaggi: 4,530
Predefinito

Ciao, Zeller!

Quote:
Zeller Visualizza il messaggio
Sul discorso disponibilità di zippo di annate coerenti e sula fatto che all'epoca fossero personalizzati in loco, invece si.
Non ho capito: dubiti che gli Zippo fossero fatti personalizzare in Vietnam?

Quote:
Zeller Visualizza il messaggio
Tutt'oggi come scrivevo prima, la Thailandia è invasa di fondi di magazzino di roba americana anni 60-70, lasciata/donata. Quando gli americani se ne sono andati in fretta e furia dal Vietnam avranno certamente lasciato magazzini pieni di materiale. Non mi farebbe affatto strano che ci fossero anche migliaia di zippo in qualche base.
Sul fatto che gli Zippo fossero distribuiti direttamente dall'intendenza militare non ne ho proprio idea. La cosa non cambia comunque il ragionamento: che fossro portati dai GI o dalla macchina militare USA, che all'epoca potessero esserci migliaia di accendini di quel tipo in Vietnam credo sia cosa certa. Ma ripeto, non inficia ne conferma la tesi di cui stiamo dibattendo...

Quote:
Zeller Visualizza il messaggio
Sul fatto che si facessero personalizzare oggetti, ne ho avuto la conferma da più di un veterano, esattamente come succedeva 20 anni fa a Napoli con le "Cruise jackets" della marina...made in Napoli. Giubbotti, souvenirs, accendini incisi in loco...tutto "servizi" forniti dai locali. Che probabilmente annusato l'affare con i ricchi americani, han continuato. A noi forse nel 1988 non importava molto della roba Vietnam, ma gli americani già ci andavano in pellegrinaggio...
Assolutamente d'accordo! Ma forse hai frainteso il mio post. Quello di cui dubitavo, ed uno degli indizi che mi porta a pensare la falsità di taluni oggetti, sono certe personalizzazioni. Seguimi nel ragionamento:

La quasi totalità di Zippo con varie personalizzazioni sono stati trovati a Saigon (o comunque in Vietnam), anche quelli che si riferiscono a persone specifiche. Quest'ultime, essendo mandatari di certi interventi, si presuppone che avessero poi portato con se l'oggetto 'artistico'.

Mi sembra quindi molto strano che il 'fratello Smith' o l'amante della signorna sud vietnamita, abbiano lasciato il loro Zippo personalizzato a Saigon dove è stato trovato 15 anni più tardi. Mi avrebbe convinto di più fosse stato trovato in USA.

E' strano che gli artigiani locali producessero accendini incisi ancor prima che qualcuno glieli commissionasse, se non parliamo di quelli con scritte generiche.

Pik As
__________________
Le foto e gli oggetti postati appartengono alla collezione di Pik As (a meno che differentemente specificato)
-----------------------------
Photos and items posted own @ Pik As Collection (unless otherwise accredited)
  Rispondi citando

Vecchio 03-01-2014, 10.48.47   #22
Pik As
Moderator
 
L'avatar di Pik As
 
Pik As non in linea
Data di registrazione: Wed May 2007
Messaggi: 4,530
Predefinito

Ciao, Patacca!

Quote:
Patacca Visualizza il messaggio
Per quanto riguarda i miei invece, come ho scritto li acquistai nel 1988 e a quel tempo l'ingresso turistico in Vietnam era contigentato tanto che a Saigon non vidi nessun turista oltre a noi. Inoltre la somma pagata per tutti e tre, 4,5 dollari in tutto, mi fa dubitare che questi si mettevano a fare tutte sto lavoro per 1,5 dollari l'uno. Tra l'altro i zippo che mi proposero senza scritte, chiedevano 1 dollaro, quindi la differenza di mezzo dollaro decisamente non valeva la candela direi.
Se sei stato in quei posti, sai invece che quelli che sono i nostri spiccioli, possono essere per loro piccole fortune. Un Dong vale adesso 0.000035 Euro e nell'88 la differenza era sicuramente più stridente. Sono latitudini nelle quali il lavoro artigianale costa pochissimo. Lo sanno benissimo le multinazionali e tutti quanti hanno avuto l'occasione di andarci. Ogni dollaro guadagnato per molti significa la sopravvivenza. E a mio avviso, il gioco vale molto più della proverbiale candela.


Quote:
Patacca Visualizza il messaggio
(…)i codici di fabricazione Zippo sono corretti, cosa pressochè introvabile su quelli spacciati dopo l'apertura al turismo di massa.
La presenza di codici corretti non può certo rappresentare un discrimine nel discernere un falso da un originale.

Fra l'altro mi sembra di ricordare che gli Zippo con il logo inciso e non stampato fossero considerati falsi. Non sono però un esperto e prendi la mia considerazione col beneficio d'inventario. Certo, riuscire a dimostrare che i tuoi 'scafi' sono originali, potrebbe essere un bel passo avanti nel discernimento.

Quote:
Patacca Visualizza il messaggio
Alla fine parliamo di roba "moderna" e quindi tutto può essere: prendendo uno zippo doc e farci un incisione 40 anni fa o 20, quindi con lo stesso modus operandi, rimane impossibile da capire.
E' una delle cose che mi fa infatti dubitare… associata alla grandissima quantità di accendini falsificati, sul mercato!

Quote:
Patacca Visualizza il messaggio
Io però sono convinto della genuinità dei miei (e c'erano solo questi, non decine) e quindi li conservo volentieri come un vecchio ricordo di viaggio
Lungi da me dal volerti convincere a tutti i costi della falsità dei tuoi oggetti!
Il mio era solo un ragionamento ad alta voce. Possono sicuramente essere buoni. Personalmente, statisticamente e logicamente ci credo poco. Soprattutto dopo averne visti a centinaia nei negozietti antiquari di Ho Chi Minh City. Tutti credibili ed invecchiati come quelli postati.

Non vedo perché 'fratello Smith', l'amante di Minh-Chao e migliaia di altri come loro, abbiano lasciato a Saigon il loro amato (quanto personalizzato) Zippo, perché fosse trovato tempo dopo da qualcuno…

Pik As

P.s. se mi dai il permesso posso provare a pubblicarli su qualche forum specializzato.
__________________
Le foto e gli oggetti postati appartengono alla collezione di Pik As (a meno che differentemente specificato)
-----------------------------
Photos and items posted own @ Pik As Collection (unless otherwise accredited)
  Rispondi citando

Vecchio 03-01-2014, 10.53.16   #23
Zeller
Moderator
 
L'avatar di Zeller
 
Zeller non in linea
Data di registrazione: Wed May 2007
Messaggi: 4,021
Predefinito

Quote:
Pik As Visualizza il messaggio
Ciao, Zeller!



Non ho capito: dubiti che gli Zippo fossero fatti personalizzare in Vietnam?
Ciao Pik! all'incontrario, penso siano stati fatti proprio in loco

Quote:
Sul fatto che gli Zippo fossero distribuiti direttamente dall'intendenza militare non ne ho proprio idea. La cosa non cambia comunque il ragionamento: che fossro portati dai GI o dalla macchina militare USA, che all'epoca potessero esserci migliaia di accendini di quel tipo in Vietnam credo sia cosa certa. Ma ripeto, non inficia ne conferma la tesi di cui stiamo dibattendo...
Non credo dall'intendenza ma da qualche supporto logistico tipo USO o simili. Ad Aviano hanno i negozi come se stessero negli Stati Uniti,vuoi mettere nelle grandi basi in Vietnam?

Quote:
Assolutamente d'accordo! Ma forse hai frainteso il mio post. Quello di cui dubitavo, ed uno degli indizi che mi porta a pensare la falsità di taluni oggetti, sono certe personalizzazioni. Seguimi nel ragionamento:

La quasi totalità di Zippo con varie personalizzazioni sono stati trovati a Saigon (o comunque in Vietnam), anche quelli che si riferiscono a persone specifiche. Quest'ultime, essendo mandatari di certi interventi, si presuppone che avessero poi portato con se l'oggetto 'artistico'.

Mi sembra quindi molto strano che il 'fratello Smith' o l'amante della signorna sud vietnamita, abbiano lasciato il loro Zippo personalizzato a Saigon dove è stato trovato 15 anni più tardi. Mi avrebbe convinto di più fosse stato trovato in USA.

E' strano che gli artigiani locali producessero accendini incisi ancor prima che qualcuno glieli commissionasse, se non parliamo di quelli con scritte generiche.

Pik As
Secondo me non è strano. Basta bazzicare nelle discariche americane lasciate dopo la guerra. Ci si trova di tutto. Gli americani non erano/sono conosciuti per conservare tutto, anzi, quello che non serve, si butta. Poi, molti di questi zippo sono chiamiamoli "di scavo" e qui si apre una sgradevole questione che ha a che fare con violazioni denunciate di fosse, cimiteri ed altro. Si trova parecchio a riguardo in rete. In definitiva gli zippo originali probabilmente provengono da basi abbandonate, immondezzai o peggio in alcuni casi, anche fosse. Che poi l'artigiano di Saigon che incideva per i GIs durante la guerra abbia poi continuato, non mi stupirebbe. Non sto confutando la tua tesi, ma non escludo che vi possano essere ancora zippo originali in loco. Sul dove casomai... e sul come stabilire quale è originale e quale no. molto difficile
__________________
Saluti

Zeller
  Rispondi citando

Vecchio 03-01-2014, 11.01.48   #24
Pik As
Moderator
 
L'avatar di Pik As
 
Pik As non in linea
Data di registrazione: Wed May 2007
Messaggi: 4,530
Predefinito

Quote:
Zeller Visualizza il messaggio
Secondo me non è strano. Basta bazzicare nelle discariche americane lasciate dopo la guerra. Ci si trova di tutto. Gli americani non erano/sono conosciuti per conservare tutto, anzi, quello che non serve, si butta. Poi, molti di questi zippo sono chiamiamoli "di scavo" e qui si apre una sgradevole questione che ha a che fare con violazioni denunciate di fosse, cimiteri ed altro. Si trova parecchio a riguardo in rete. In definitiva gli zippo originali probabilmente provengono da basi abbandonate, immondezzai o peggio in alcuni casi, anche fosse. Che poi l'artigiano di Saigon che incideva per i GIs durante la guerra abbia poi continuato, non mi stupirebbe. Non sto confutando la tua tesi, ma non escludo che vi possano essere ancora zippo originali in loco. Sul dove casomai... e sul come stabilire quale è originale e quale no. molto difficile
Concordo su tutto. Ma è difficile che i GIs abbiano buttato tutta questa quantità di accendini. Gli stessi che si sono fatti personalizzare - giustappunto come memento - in zona di guerra. E' un controsenso, farselo incidere per perpetrarne il ricordo per poi abbandonarlo in loco, no?

Pik As
__________________
Le foto e gli oggetti postati appartengono alla collezione di Pik As (a meno che differentemente specificato)
-----------------------------
Photos and items posted own @ Pik As Collection (unless otherwise accredited)
  Rispondi citando

Vecchio 03-01-2014, 11.02.29   #25
Patacca
Utente BMF
 
L'avatar di Patacca
 
Patacca non in linea
Data di registrazione: Fri Jun 2007
Messaggi: 2,676
Predefinito

Mi sembra quindi molto strano che il 'fratello Smith' o l'amante della signorna sud vietnamita, abbiano lasciato il loro Zippo personalizzato a Saigon dove è stato trovato 15 anni più tardi. Mi avrebbe convinto di più fosse stato trovato in USA.

Pik As[/QUOTE]

però può anche essere che il fratello smith l'abbia perso, regalato alla sua ragazza locale o qualcuno glielo ha fregato e quindi è rimasto là… Quando presi i miei, mi diedero l'impressione di essere stati recuperati da qualche immondezzaio, viste le condizioni. Fino ad una trentina di anni fa, a Trieste arrivavavano spesso portaerei e navi USA (anni 70, quindi stessa epoca più o meno) e da parte nostra c'era la caccia ai zippo e ai berretti delle navi. Ti posso garantire che anche grazie ad alcune nostre amiche piuttosto ruffiane, ne abbiamo recuperati parecchi di questi oggetti. Un mio amico ne ha ancora almeno un centinaio di questi accendini e pure qualcuno personalizzato dal proprietario. Quando si saliva abordo era anche possibile comprarli (con l'aiuto di qualche militare) per pochi spicci allo spaccio della nave. Insomma era un oggetto molto comune
__________________
gato frito xe più de can!
  Rispondi citando

Vecchio 03-01-2014, 11.06.35   #26
Pik As
Moderator
 
L'avatar di Pik As
 
Pik As non in linea
Data di registrazione: Wed May 2007
Messaggi: 4,530
Predefinito

Ciao!

Ripeto, mi pare davvero strano che qualcuno si faccia personalizzare un oggetto proprio per ricordo per poi abbandonarlo. E' un controsenso! E non stiamo parlando dei tuoi tre, ma di migliaia di esemplari.

Comunque, permettimi di postare i tuoi Zippo su qualche forum. Accertane l'autenticità almeno dello scafo, sarebbe un notevole passo avanti sull'autenticazione.

Pik As
__________________
Le foto e gli oggetti postati appartengono alla collezione di Pik As (a meno che differentemente specificato)
-----------------------------
Photos and items posted own @ Pik As Collection (unless otherwise accredited)
  Rispondi citando

Vecchio 03-01-2014, 11.09.07   #27
Patacca
Utente BMF
 
L'avatar di Patacca
 
Patacca non in linea
Data di registrazione: Fri Jun 2007
Messaggi: 2,676
Predefinito

questo zippo vien fuori da una enorme discarica usa del tempo dell'occupazione alleata di trieste. Almeno altri due accendini (un ronson e un colibrì) con lo stemma del trust sono stati trovati da scavo in zona nostra. Nel mio caso, zippo e coperchio (con nome e altre scritte incise con chiodo o simile) sono stati trovati separati
Immagini allegate
Tipo di file: jpg 1.jpg (168.8 KB, 0 visite)
__________________
gato frito xe più de can!
  Rispondi citando

Vecchio 03-01-2014, 11.10.10   #28
Patacca
Utente BMF
 
L'avatar di Patacca
 
Patacca non in linea
Data di registrazione: Fri Jun 2007
Messaggi: 2,676
Predefinito

Quote:
Pik As Visualizza il messaggio
Ciao!

Ripeto, mi pare davvero strano che qualcuno si faccia personalizzare un oggetto proprio per ricordo per poi abbandonarlo. E' un controsenso! E non stiamo parlando dei tuoi tre, ma di migliaia di esemplari.

Comunque, permettimi di postare i tuoi Zippo su qualche forum. Accertane l'autenticità almeno dello scafo, sarebbe un notevole passo avanti sull'autenticazione.

Pik As
io dei miei tre sono tranquillo...
posta pure non c'è problema
__________________
gato frito xe più de can!
  Rispondi citando

Vecchio 03-01-2014, 11.13.09   #29
Zeller
Moderator
 
L'avatar di Zeller
 
Zeller non in linea
Data di registrazione: Wed May 2007
Messaggi: 4,021
Predefinito

Io ho trovato un ID bracelet con il nome della fidanzata in uno di questi immondezzai. Come diceva Patacca, erano oggetti molto comuni e se si fa una debita proporzione tra il numero di militari presenti in Vietnam o che si sono avvicendati e il numero di potenziali zippo, può essere benissimo che molti siano stati lasciati, buttati, regalati, etc.
__________________
Saluti

Zeller
  Rispondi citando

Vecchio 03-01-2014, 11.18.08   #30
Pik As
Moderator
 
L'avatar di Pik As
 
Pik As non in linea
Data di registrazione: Wed May 2007
Messaggi: 4,530
Predefinito

Ciao!

Certo, può succedere di tutto… Sono i grandi numeri a cui ci stiamo riferendo che mi fanno dubitare. Qui non parliamo di 'una tantum', ma di migliaia di oggetti, fatti pazientemente personalizzare perché un ricordo sia perpetrato, per poi essere dimenticati nel luogo stesso..

Ripeto: non voglio assolutamente mettere in dubbio la parola di Patacca o di chicchessia! Ma, visto anche cosa succede con le così dette 'polaccate', credo possa essere lecito il pensiero!

Cordialmente, Pik
__________________
Le foto e gli oggetti postati appartengono alla collezione di Pik As (a meno che differentemente specificato)
-----------------------------
Photos and items posted own @ Pik As Collection (unless otherwise accredited)
  Rispondi citando
Rispondi


Stanno leggendo questa discussione: 1 (0 utenti e 1 visitatori)
 
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata
Modalità di visualizzazione

Regole di scrittura
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is Attivo
smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato

Vai al forum



Tutti gli orari sono GMT +2. Attualmente sono le 00.47.31.


vBulletin skin developed by: eXtremepixels
Powered by vBulletin versione 3.8.9
Copyright ©: 2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia. it