Vai indietro   Blitzkriegmilitaria Forum > MILITARIA TEDESCA WW2 > Cartaceo del Terzo Reich

Rispondi
 
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione Modalità di visualizzazione

Vecchio 26-07-2019, 16.10.50   #16
andreadep
Utente Senior
 
L'avatar di andreadep
 
andreadep non in linea
Data di registrazione: Sat May 2009
Ubicazione: Nord Italia
Messaggi: 495
Predefinito

Tra le azioni più memorabili della divisione sul fronte adriatico c'è di sicuro la pesante resistenza offerta a Coriano, nell'area di Rimini, dove la divisione subisce pesantissime perdite, arrivando a contare in organico poco più di una decina di carri ancora in grado di combattere. Come ultima azione memorabile prima di ritirarsi oltre al Marecchia, ci sono i combattimenti a San Fortunato, condotti con estrema determinazione ed in condizioni piuttosto disperate.
Ad inizio ottobre, dopo l'avanza delle truppe del Commonwealth, la linea del fronte conosce un periodo di tregua e la divisione rimane in posizione ancora per poco
Immagini allegate
Tipo di file: jpg frrrttttt.jpg (168.8 KB, 1 visite)
  Rispondi citando

Vecchio 26-07-2019, 16.17.25   #17
andreadep
Utente Senior
 
L'avatar di andreadep
 
andreadep non in linea
Data di registrazione: Sat May 2009
Ubicazione: Nord Italia
Messaggi: 495
Predefinito

Gli sforzi bellici alleati, infatti, si concentrano particolarmente sulla zona appenninica a sud di Bologna, dove il 16 ottobre il Pz.Gren 15 viene spostato in fretta e furia per cercare di fermare l'avanzata americana. Incastonato tra le posizioni della 362 e della 65 ID, tale divisione riesce a mettere fine ai successi americani poco prima dell'abitato di Pianoro, ormai ridotto in rovina, dove il fronte si blocca a causa del sopraggiungere dell'inverno. Le grandi operazioni, ora, si trasformano in una lenta ed estenuante guerra di posizione e di pattuglie, condotta da entrambe le parti nelle valli di Zena, del Setta e del Savena.
Immagini allegate
Tipo di file: jpg XIV1144.jpg (246.1 KB, 0 visite)
  Rispondi citando

Vecchio 26-07-2019, 16.28.25   #18
andreadep
Utente Senior
 
L'avatar di andreadep
 
andreadep non in linea
Data di registrazione: Sat May 2009
Ubicazione: Nord Italia
Messaggi: 495
Predefinito

Sebbene l'obiettivo primario, ossia evitare uno sfondamento a sud di Bologna sia stato raggiunto, la divisione deve aspettare fino al mese di gennaio, quando la neve ed il freddo bloccano ogni attività bellica, per conoscere un vero momento di riposo.
Prima, infatti, viene impiegata sulla linea del Senio, tra Lugo e Castel Bolognese.

Una volta arrivata la primavera, gli Alleati preparano la grande offensiva che porterà allo sfondamento del fronte. I combattimenti si fanno così sempre più frequenti e diffusi e la divisione vede l'azione nuovamente nell'area di Castel d'Aiano a marzo e, in seguito, nell'area di Argenta - sul fronte adriatico - per cercare di rallentare l'avanzata alleata. Un compito praticamente impossibile che, comunque a costo di elevate perdite, permette al grosso delle truppe di oltrepassare il Po e dirigersi verso il confine austriaco.
Otto riesce a sopravvivere a tutto questo e, insieme al resto della divisione, finisce per arrendersi a Feltre, quando il 2 maggio avviene la resa generale delle truppe tedesche in Italia

Di quella che era una delle più efficienti e combattive divisioni germaniche in Italia, alla fine della guerra, rimanevano poche migliaia di uomini e vari veicoli.

Concludo con una foto presa dal web del Panzergrenadier Regiment 15, l'unità in questione, scattata durante l'inverno del 1944. Mi piace pensare - ma probabilmente sarà così - che il proprietario del soldbuch sia da qualche parte tra questi ragazzi.

Con la speranza di aver colpito il vostro interesse, lascio a voi ogni aggiunta o commento

Ultima modifica di andreadep : 26-07-2019 17.17.42.
  Rispondi citando

Vecchio 28-07-2019, 16.15.44   #19
TigerTank
Utente Senior
 
L'avatar di TigerTank
 
TigerTank non in linea
Data di registrazione: Fri Oct 2010
Messaggi: 273
Predefinito

Molto interessante, grazie e complimenti.
  Rispondi citando

Vecchio 31-07-2019, 21.04.31   #20
Ironcrown
Super Moderator
 
L'avatar di Ironcrown
 
Ironcrown non in linea
Data di registrazione: Wed May 2007
Ubicazione: Firenze
Messaggi: 20,689
Predefinito

Bravo Andrea, ottima ricostruzione

Occhio alle malattie veneree, all'epoca erano un guaio da non sottovalutare!
E non tanto per i problemi che potevano portare alla salute, quanto per il fatto che talvolta potevano essere considerati come atti di autolesionismo al pari di una pallottola in un piede. E in fondo, a ben pensare, poteva essere un sistema valido e divertente per essere mandati lontani dal fronte!
__________________
|
Colleziono Kappenabzeichen della cavalleria austro-ungarica: Dragoni, Ussari, Ulani, Honvèd, Landwehr, KTD, RAD ecc.
|
|
Sostenete la missione italiana a Kirov!
http://www.napv.it/missione-kirov/
  Rispondi citando

Vecchio 12-08-2019, 14.28.10   #21
andreadep
Utente Senior
 
L'avatar di andreadep
 
andreadep non in linea
Data di registrazione: Sat May 2009
Ubicazione: Nord Italia
Messaggi: 495
Predefinito

Grazie mille per i commenti, fa sempre piacere condividere i risultati di una ricerca.

X Iron: le malattie veneree, come hai ben detto, erano parecchio insidiose, tanto da portare i comandi a sviluppare una serie di volantini e manifesti da appendere presso le basi per ricordare ai soldati il rischio derivante da tali malattie. Ne ricordo uno, presente nella collezione di un amico e ritrovato qui in Italia, dove tali insidie sono rappresentate sotto forma di un serpente piuttosto aggressivo e di aspetto sgradevole
  Rispondi citando
Rispondi


Stanno leggendo questa discussione: 1 (0 utenti e 1 visitatori)
 
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata
Modalità di visualizzazione

Regole di scrittura
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is Attivo
smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato

Vai al forum



Tutti gli orari sono GMT +2. Attualmente sono le 14.06.25.


vBulletin skin developed by: eXtremepixels
Powered by vBulletin versione 3.8.9
Copyright ©: 2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia. it