Ottorino Radaelli, un ricordo
Vecchio 21-05-2009, 19.01.12   #1
Arturo A.
Utente Senior
 
L'avatar di Arturo A.
 
Arturo A. non in linea
Data di registrazione: Wed May 2007
Messaggi: 929
Predefinito Ottorino Radaelli, un ricordo

Nei giorni passati ho avuto la fortuna di recuperare i ricordi di ufficiale caduto su monte Zebio durante la grande guerra.
Questa è la storia che gli mi hanno raccontato.


Ottorino Radaelli nasce a Berzago, in provincia di Lecco, il 18 agosto 1891.
Frequenta con successo il R. istituto tecnico “Cajo Plinio Secondo” di Como dove si diploma Ragioniere nel 1911.
Purtroppo non sono riuscito a recuperare nulla circa la sua chiamata alle armi. Da una cartolina postale però ho dedotto che agli inizi di dicembre non era ancora stato richiamato.

Questa è lui in una foto immediatamente precedente la guerra
Immagini allegate
Tipo di file: jpg Foto pre.jpg (57.4 KB, 179 visite)
__________________
"Io non pretesi dir tutto nè inappellabilmente; cominciai perchè altri poi correggesse migliorasse e compiesse" De Laugier, uffiziale toscano

Blog di storia militare con cui collaboro: http://antologiamilitare.blogspot.it/
  Rispondi citando

Vecchio 21-05-2009, 19.03.40   #2
Arturo A.
Utente Senior
 
L'avatar di Arturo A.
 
Arturo A. non in linea
Data di registrazione: Wed May 2007
Messaggi: 929
Predefinito

Gennaio 1916

Nel materiale recuperato c’era anche un calendarietto del 1916 dove il nostro ha segnato gli spostamenti principali.

Come si nota risulta giunto al reparto il 2 di gennaio. È assegnato, col grado di Sottotenente, alla 2° compagnia del 138° Reggimento Fanteria, brigata Barletta, che era impegnata in linea nel settore S. Pietro dell’Isonzo – Redipuglia – Palazzo.
Il reggimento rimane in linea fino al 18. Il 19, primo giorno a riposo nella zona Perteole – Ajello – Saciletto – Mortesina, Ottorino scrive questa lettera:

19/1.1916

Carissima Gisella, ho avuto l’altro ieri la tua lettera e ieri ne ho avuto pure dalla Pina. Io, come sempre, sto benissimo: sono sceso oggi a riposo per circa 15 giorni, ma siccome sono stanco poiché, oltre ad essere rimasto in trincea, abbiamo fatto stamattina una marcia di una ventina di Km, rimando di un giorno una lunga lettera che ti spiegherà il mio tenore di vita.
Saluti e baci a tutti,
Rino


Sull'identità di Gisella ho ancora qualche dubbio, ma penso fosse una cugina.
Immagini allegate
Tipo di file: jpg Gennaio.jpg (46.8 KB, 180 visite)
__________________
"Io non pretesi dir tutto nè inappellabilmente; cominciai perchè altri poi correggesse migliorasse e compiesse" De Laugier, uffiziale toscano

Blog di storia militare con cui collaboro: http://antologiamilitare.blogspot.it/
  Rispondi citando

Vecchio 21-05-2009, 19.05.32   #3
Arturo A.
Utente Senior
 
L'avatar di Arturo A.
 
Arturo A. non in linea
Data di registrazione: Wed May 2007
Messaggi: 929
Predefinito

Febbraio

Nel mese di febbraio il reggimento torna sulle posizioni lasciate il 18 gennaio ma Ottorino, come si legge da questa sua lettera, non lo segue ma viene riassegnato:

Vigodarzene, 3/2.916

Carissimi, sono qui a Vigodarzene (a 3 Km da Padova) fino dal 31 gennaio u.s. destinato ad istruire delle reclute che dovranno fermare un nuovo reggimento, nel quale, credo, sarò incorporato. Meglio così che ??; considerato poi che più si è lontani da lassù e più certi si è di salvarsi.
Speravo perfino a poter venire in licenza, perché il colonnello del 138° l’aveva personalmente promessa a tutti gli ufficiali e, partendo, mi aveva munito della relativa dichiarazione; ma il colonnello comandante di questo deposito non à creduto, per esperienza di servizio, di accordarmelo.
La vita qui trascorre abbastanza bene, ma è costosa in modo eccezionale. Figurati che solo pel vitto si spendono 6 lire al giorno! Ma adesso, coi compagni miei, sto organizzando il nuovo modo di far da mangiare per conto nostro, in modo da ridurre la spesa a poco più della metà.
Vi avevo promesso di mandarvi dei soldi; ma, bisognerà che pazientate un po’ di più; almeno fino alla metà del mese, dovendo qui anticipare per conto mio tutte le spese.
Ho d’avanzo quasi tutta la somma promessavi, e sulla quale potete contare sicuramente, ma abbiate la bontà di attendere un po’!
E la pratica mia cammina? Qui potete scrivere più liberamente perché non c’è censura interna di reggimento e del resto non si tratta di cose di servizio.
Spero avere presto notizie vostre; io sto benissimo, solamente la libertà è molto ristretta, almeno per ora!
Ritornando alla licenza, vedrò se mi sarà possibile di farmi dare qualche giorno e sarà bene far giungere al “Comando del deposito speciale rifornimento Padova 1 – Vigodazze prov. Padova” una domanda per almeno 5 giorni di licenza da parte del municipio. Ho tanta voglia di rivedervi che mi sottopongo volentieri a quelle 15 o 20 lire di spesa di viaggio.
Saluti e baci a tutti,
Rino


Durante la permanenza trova l’occasione di farsi scattare questa fotografia
Immagini allegate
Tipo di file: jpg Foto Rino.jpg (37.9 KB, 177 visite)
__________________
"Io non pretesi dir tutto nè inappellabilmente; cominciai perchè altri poi correggesse migliorasse e compiesse" De Laugier, uffiziale toscano

Blog di storia militare con cui collaboro: http://antologiamilitare.blogspot.it/
  Rispondi citando

Vecchio 21-05-2009, 19.08.16   #4
Arturo A.
Utente Senior
 
L'avatar di Arturo A.
 
Arturo A. non in linea
Data di registrazione: Wed May 2007
Messaggi: 929
Predefinito

Marzo

L’auspicio pavesato nella lettera del 3/2 circa il cambio di reggimento non si avvera e il mese di marzo ritrova Ottorino nel suo vecchio reparto ma nella 11° compagnia.
Il rientro avviene il 6 del mese, quando il reparto è in zona di riposo.

Il 17, prima del ritorno in linea, scrive a casa

Zona di guerra 17/3.16

Carissimi, benché seguiti a lamentarmi per la mancanza di vostre notizie, non ho avuto fin’ora che una sola cartolina illustrata di Gisella. Questo mi impensierisce oltremodo poiché temo che qui sia accaduto qualcosa che volete nascondermi. A voi quindi il togliermi lo stato d’ansia in cui sono e a non darmi più occasione di ricordarvelo.
Vi unisco la mia fotografia
(quella del topic precedente) fattami a Vigodarzene dell’amico che trovasi con me sull’altra fotografia. La prima è riuscita abbastanza bene.
A giorni invierò il secondo acconto poiché siccome ritorno in trincea domani, non mi abbisognano soldi.
Sarà mia cura, durante il tempo in cui sarò su, tenervi informati di quanto mi accadrà.
Baci a tutti e saluti cordiali agli amici tutti.
Vostro,
Rino


E, come preannunciato nella lettera, il 18 ritorna in linea sempre sulle posizioni di Gennaio.

Dopo 5 giorni scrive ancora a casa:

23-3.1916

Carissimo, ebbi ieri la tua carissima lettera e, finalmente, qualche notizia un po’ particolareggiata. Non capisco come possiate tenere il silenzio per tanto tempo; pensate che per me qui il ricevere la posta è una delle uniche soddisfazioni, e fossero questi più soventi.
Della vita in trincea nulla di nuovo; sono in un posto un po’ più scoperto della volta scorsa, ma in compenso gli austriaci si mostrano un po’ più gentili perché, di giorno, sparano poco.
Questo forse perché vogliono farsi scoprire; perché di notte sparano continuamente.
Aggiungo poi che sono qui con un amico, ufficiale pure nella mia compagnia, e che abbiamo fatto buonissima lega in una buca comune e ci freghiamo altamente della vita di trincea.
Unico inconveniente è il tempo maledettissimo che ci ha inondati e infangati fino agli occhi, nonché fra pelle e mani sembra tutto????
………….
Godo che tutti state bene. Io benissimo, come il solito; meglio ancora quando poi penso che fra due giorni avrò il cambio dalla prima linea e passerò in seconda.
Baci a tutti, ricordandovi sovente di scrivermi ad abbiatemi,
Vostro,
Rino
Immagini allegate
Tipo di file: jpg Marzo.jpg (43.3 KB, 178 visite)
__________________
"Io non pretesi dir tutto nè inappellabilmente; cominciai perchè altri poi correggesse migliorasse e compiesse" De Laugier, uffiziale toscano

Blog di storia militare con cui collaboro: http://antologiamilitare.blogspot.it/
  Rispondi citando

Vecchio 21-05-2009, 19.12.09   #5
Arturo A.
Utente Senior
 
L'avatar di Arturo A.
 
Arturo A. non in linea
Data di registrazione: Wed May 2007
Messaggi: 929
Predefinito

Aprile – Maggio

I mesi di aprile e maggio trascorrono senza eventi degli di nota ma con continua attività di pattuglia e colpi di mano e la solita alternanza tra riposo e servizio al fronte, come testimoniato da queste lettere:

1/4.1916

Carissimi, finalmente ho avuto vostre lettere e cartoline in quantità. Oggi stesso ho ricevuto una cartoline ed una lettera di Gisella. Godo che il babbo se la sia cavata con poco; ad ogni modo il buon tempo che finalmente si è fatto vivo aiuterà a farlo guarire del tutto.
Ho scritto forse arrivederci presto, perché al primo aprile si riaprono le licenze quindicinali e c’è molta probabilità che mi sia concessa.
Io sto benissimo, sono in seconda linea, vi resterò fino all’8 aprile e poi andremo per quasi un mese a riposo.
Baci e saluti a tutti,
Rino

6/4.916

Carissimi, salute sempre buona: novità nessuna. Il bel tempo, che s’e ristabilito, pare migliori un po’ la vita di trincea.
Il 10 andrò a riposo e per un mese saremo a posto.
Baci a tutti,
Rino


11/4.916

Carissimi, eccomi a riposo fuori dalle insidie austriache, di modo che si può esser certi che per un mesetto si può star quieti e tranquilli. Di nuovo nulla: la salute sempre buonissima e l’umore oltreché mai allegro.
Spero che in questi giorni verrà decisa la famosa storia della licenza! Se ne parlava tanto in trincea che probabilmente ci si tornerà sopra. La desidero poi in modo speciale anche perché mi farebbe comodo poter portare a casa la roba d’inverno e prendere quella di tela.
La vita di trincea, stavolta, s’è arricchita di nuove emozioni e di varietà belliche. Il fuoco più intenso, le cannonate più arrabbiate, l’umore più franco ed allegro dei soldati, ha dato un tono ben diverso da quello sornione e melanconico di questo inverno; c’è più pericolo ma anche più soddisfazioni.
E voi come state? Certo sarete in pensiero perché da 3 giorni non vi scrivo, ma, credetelo, mi fu impossibile poiché i lavori preparatori per la partenza e di sistemazione all’arrivo assorbirono tutto il mio tempo.
Aggiungete a questo anche la stanchezza che fisicamente si è passata e vedrete che il poco tempo che mi rimaneva era naturale fosse occupato dal sonno.
Attendo appassionatamente vostre lettere, e spero di rivedervi al più presto, vi bacio tutti,
Vostro
Rino


Dalla lettera seguente sembra però che un paio di giorni di licenza Ottorino sia riuscito a farli, insieme a una scappata a casa:

16-5.1916

Carissimi, sono giunto qui dopo un buonissimo viaggio; trovo la compagnia in terza linea e fra cinque giorni andremo a riposo.
Sono stato fortunato quindi e non abbiate alcuna preoccupazione per me.
Saluti e baci a tutti,
Rino



Il seguente foglietto, scritto ne periodo in esame, è testimonianza della normale attività di routine della vita di trincea
Immagini allegate
Tipo di file: jpg Foglietto.jpg (80.4 KB, 177 visite)
__________________
"Io non pretesi dir tutto nè inappellabilmente; cominciai perchè altri poi correggesse migliorasse e compiesse" De Laugier, uffiziale toscano

Blog di storia militare con cui collaboro: http://antologiamilitare.blogspot.it/
  Rispondi citando

Vecchio 21-05-2009, 19.14.53   #6
Arturo A.
Utente Senior
 
L'avatar di Arturo A.
 
Arturo A. non in linea
Data di registrazione: Wed May 2007
Messaggi: 929
Predefinito

Fine Maggio

A metà maggio ha inizio la Strafexpedition e la Barletta, passata alle dipendenze della 25° divisione, viene rassegnata sulla fronte trentina.
L'inizio dello spostamento è testimoniato da questa cartolina in franchigia:

23-5.916

Carissimi, sono in marcia per cambiamento di fronte. Appena arrivato a nuova destinazione vi scriverò per informarvi di tutto.
Baci e saluti,
Rino


Dai diari reggimentali possiamo seguirne la marcia. Il 22 è inviata, per via ordinaria, prima a Portogruaro e poi, il 26, a Ponte di Piave. Il 31 prosegue in ferrovia per Camposampietro; il 3 giugno per Carpane e di qui, per via ordinaria, per Enego.
Immagini allegate
Tipo di file: jpg Maggio.jpg (44.4 KB, 180 visite)
__________________
"Io non pretesi dir tutto nè inappellabilmente; cominciai perchè altri poi correggesse migliorasse e compiesse" De Laugier, uffiziale toscano

Blog di storia militare con cui collaboro: http://antologiamilitare.blogspot.it/
  Rispondi citando

Vecchio 21-05-2009, 19.18.09   #7
Arturo A.
Utente Senior
 
L'avatar di Arturo A.
 
Arturo A. non in linea
Data di registrazione: Wed May 2007
Messaggi: 929
Predefinito

Giugno

Durante la marcia il nostro Ottorino trova il tempo di scrivere a casa (da notare la scarsa efficienza della censura che ha lasciato visibile la località):

Valsugana 6/6.916
Carissimi, vi scrivo non appena arrivato alla nuova destinazione che spero sarà la definitiva. Sono arrivato in Valsugana e siamo qui a difesa di un forte nostro.
E’ vero che io ancora non sono arrivato in trincea, ma facilmente ci andrò stasera.
Bisognerà fare altre 6 ore di montagna e ritornerò nelle trincee dalle quali usciremo, credo, solo a guerra finita.
Però, a quanto dicono quelli che scendono, si tratta di trincee molto migliori di quelle del Carso, più comode ed asciutte e costruite in cemento armato.
Tutto ciò è confortante, come pure confortante è lo spettacolo di questi bei monti, foreste, pinete, di certe bellezze fresche, anzi fredde che ti fanno venire certi brividi nelle ossa, specialmente essendo vestito d’estate, ma che in compenso fanno venire un appetito straordinario, ti rinvigoriscono, danno l’allegria e offrono un contrasto grandissimo colla uniformità del Carso.
Tranne il freddo, quindi, io sto benissimo, mi trovo finalmente ancora in mezzo al verde ed al fresco, di notte si può dormire senza tante bombe e fucileria ti secchino, senza tanti colpi che ti fanno destare di soprassalto.
La guerra sarà forse anche più pericolosa, qualche cannonata potrà sorprendere più facilmente, ma la vita è ben diversa; si respira, si vive.
Ti terrò in seguito informato di tutto quanto sarà arrivato e, frattanto, porgi i miei saluti ed ossequi alla signora, baciami Ugo e tienti il bacio più forte per te,
vostro
Rino


Due giorni dopo il reparto è in prima linea nella zona M.Lisser-Costa Alta val Galena. Il 13 passa alle dipendenza della 13° divisione.
Il 16 viene inviata in riserva tra M.Brestolae ed il passo della Forcellona. Tutti questi movimenti probabilmente mettono a dura prova il sistema postale, come lamentato in una lettera proprio del 16:

16-6.916

Carissimi, non ricevo che saltuariamente a troppi e lunghi intervalli vostre notizie.
……………………
Baci a tutti,
Rino


Il 17 la brigata si sposta a Sasso di croce Scaltrini in modo da appoggiare la “Milano” verso il M.Cimone.
L’azione inizia il 18 e dura, con una serie di sanguinosi attacchi, fino al 21.
Dopo aver sostituito le truppe di prima linea con quelle di rincalzo, il 25 riprende l’azione e il 138° conquista prima Roccolo Astoni e poi q.1778 e la selletta fra le quote 1678 e 1664.
Nella pausa tra queste azioni Ottorino scrive a casa:

24.6.916

Carissimi, il giorno di S.Giovanni è, certo, non vi troverò troppo di buon umore: quel maledetto padrone di casa vuol sempre soldi!
Scherzi a parte bisogna che torni a dirvi quanto vi ho già ripetuto più volte: voi vi lamentate che non scrivo sempre, ed invece vi scrivo giornalmente, e mi assicurate che mi inviate continuamente vostre nuove, mentre io non le ricevo che ad intervalli troppo lunghi.
Io non ci capisco più niente: speriamo che il servizio venga migliorato nell’interesse di tutti quanti e per intanto accontentiamoci di quanto possiamo avere.
Dite alla mamma che mi rincresce solo che i pacchi non si possano spedire; dove sono io, sperduto i mezzo ai monti ed ai boschi, a non poche ore di distanza dell’ultimo paese. Certi che non è impossibile acquistare indumenti di lana; mi sono arrangiato per intanto con quelli in distribuzione ai soldati e proprio freddo non ne soffro.
Vuol dire che, quando andrò a riposo farò i necessari acquisti. Soldi non me ne mancano; li pagherò quanto vorranno. Forse, alla fine mese potrò inviarvi un'altra cinquantina di lire, vuol dire che, se ve le spedirò, vi avvertirò contemporaneamente.
Non ho ancora ricevuto i sigari ed i francobolli che Gisella ha detto d’avermi spedito come campioni senza valore; appena li avrò , ve ne assicurerò.
Fate le mie congratulazioni ad Alcibiade e ad Ugo per la buona riuscita dei loro studi, statemi sani ed allegri, e, nella speranza che questa guerra voglia finire presto, vi bacio tutti quanti,
Rino
Immagini allegate
Tipo di file: jpg scansione0033.jpg (51.5 KB, 179 visite)
__________________
"Io non pretesi dir tutto nè inappellabilmente; cominciai perchè altri poi correggesse migliorasse e compiesse" De Laugier, uffiziale toscano

Blog di storia militare con cui collaboro: http://antologiamilitare.blogspot.it/
  Rispondi citando

Vecchio 21-05-2009, 19.19.22   #8
Arturo A.
Utente Senior
 
L'avatar di Arturo A.
 
Arturo A. non in linea
Data di registrazione: Wed May 2007
Messaggi: 929
Predefinito

Il 26 la Barletta ha ordine di puntare contro M. Zebio.
Il giorno seguente, nonostante l’intensa attivita operativa, Ottorino scrive a casa:

27-6.916

Carissimi, non ho tempo di scrivervi a lungo. Posso assicurarvi che sto benissimo come sempre.
Baci a tutti,
Rino


Questa sarà l’ultima volta che scriverà a casa. In quello stesso giorno, durante un attività di pattugliamento, il Sottotenente Ottorino Radaelli cade colpito da fuoco nemico.
Immagini allegate
Tipo di file: jpg Ultima lettera.jpg (36.8 KB, 175 visite)
__________________
"Io non pretesi dir tutto nè inappellabilmente; cominciai perchè altri poi correggesse migliorasse e compiesse" De Laugier, uffiziale toscano

Blog di storia militare con cui collaboro: http://antologiamilitare.blogspot.it/
  Rispondi citando

Vecchio 21-05-2009, 19.22.03   #9
Arturo A.
Utente Senior
 
L'avatar di Arturo A.
 
Arturo A. non in linea
Data di registrazione: Wed May 2007
Messaggi: 929
Predefinito

Ma la storia non è ancora finita.
Il giorno 27 settembre 1917 viene inviata la famiglia la comunicazione che è stata concessa, alla memoria del loro caro, la medaglia di bronzo al valor militare con la seguente motivazione:

Volontariamente si offriva volontario per compiere una ricognizione ritenuta pericolosissima nel terreno immediatamente antistante alle trincee nemiche per studiarne l’andamento e la consistenza, e per valutare le forze che lo guernivano. Scoperto, e fatto segno al fuoco avversario, cadde colpito a morte
Monte Zebio – 27 giugno 1916


Il documento inviato alla famiglia, con segnato il reggimento sbagliato. L'errore probabilmente è dovuto al fatto che il 138° fù creato nel marzo 1915 dal 29°
Immagini allegate
Tipo di file: jpg scansione0028.jpg (76.3 KB, 178 visite)
__________________
"Io non pretesi dir tutto nè inappellabilmente; cominciai perchè altri poi correggesse migliorasse e compiesse" De Laugier, uffiziale toscano

Blog di storia militare con cui collaboro: http://antologiamilitare.blogspot.it/
  Rispondi citando

Vecchio 21-05-2009, 19.24.24   #10
Arturo A.
Utente Senior
 
L'avatar di Arturo A.
 
Arturo A. non in linea
Data di registrazione: Wed May 2007
Messaggi: 929
Predefinito

Ma le lettere non sono l'unica cosa giunta fino noi.
Queesto è il libretto su cui sono segneti tutti i dati degli appartenenti all'11° compagnia
Immagini allegate
Tipo di file: jpg Libretto.jpg (39.8 KB, 177 visite)
__________________
"Io non pretesi dir tutto nè inappellabilmente; cominciai perchè altri poi correggesse migliorasse e compiesse" De Laugier, uffiziale toscano

Blog di storia militare con cui collaboro: http://antologiamilitare.blogspot.it/
  Rispondi citando

Vecchio 21-05-2009, 19.25.08   #11
Arturo A.
Utente Senior
 
L'avatar di Arturo A.
 
Arturo A. non in linea
Data di registrazione: Wed May 2007
Messaggi: 929
Predefinito

La prima pagina
Immagini allegate
Tipo di file: jpg Libretto intestazione.jpg (40.8 KB, 176 visite)
__________________
"Io non pretesi dir tutto nè inappellabilmente; cominciai perchè altri poi correggesse migliorasse e compiesse" De Laugier, uffiziale toscano

Blog di storia militare con cui collaboro: http://antologiamilitare.blogspot.it/
  Rispondi citando

Vecchio 21-05-2009, 19.27.27   #12
Arturo A.
Utente Senior
 
L'avatar di Arturo A.
 
Arturo A. non in linea
Data di registrazione: Wed May 2007
Messaggi: 929
Predefinito

Insieme sono stati recuperati anche un fregio da fanteria e un galloncino di grado da sottotenente e una cartolina fatta stampare nel 1917 per commemorare l'assegnazione della MBVM
Immagini allegate
Tipo di file: jpg Insieme.jpg (73.1 KB, 176 visite)
__________________
"Io non pretesi dir tutto nè inappellabilmente; cominciai perchè altri poi correggesse migliorasse e compiesse" De Laugier, uffiziale toscano

Blog di storia militare con cui collaboro: http://antologiamilitare.blogspot.it/
  Rispondi citando

Vecchio 21-05-2009, 19.30.08   #13
Arturo A.
Utente Senior
 
L'avatar di Arturo A.
 
Arturo A. non in linea
Data di registrazione: Wed May 2007
Messaggi: 929
Predefinito

E con questo è tutto.
Spero, nonostante la mia scarsa capacità di prosa, di esser riuscito a rendere un adeguato ricordo del sottotenente rag. Ottorino Radaelli.

Un saluto,
Arturo
Immagini allegate
Tipo di file: jpg scansione0029.jpg (101.6 KB, 176 visite)
__________________
"Io non pretesi dir tutto nè inappellabilmente; cominciai perchè altri poi correggesse migliorasse e compiesse" De Laugier, uffiziale toscano

Blog di storia militare con cui collaboro: http://antologiamilitare.blogspot.it/
  Rispondi citando

Vecchio 21-05-2009, 21.22.04   #14
Fante 71
Utente BMF
 
L'avatar di Fante 71
 
Fante 71 non in linea
Data di registrazione: Wed May 2007
Messaggi: 1,273
Predefinito

Arturo:

Quote:
E con questo è tutto.
Spero, nonostante la mia scarsa capacità di prosa, di esser riuscito a rendere un adeguato ricordo del sottotenente rag. Ottorino Radaelli.
... e queste le gloriose mostrine.

Un abbraccio

Fante 71
Immagini allegate
Tipo di file: jpg senza titolo1.jpg (61.8 KB, 170 visite)
  Rispondi citando

Vecchio 22-05-2009, 09.07.27   #15
Arturo A.
Utente Senior
 
L'avatar di Arturo A.
 
Arturo A. non in linea
Data di registrazione: Wed May 2007
Messaggi: 929
Predefinito

Ottima integrazione carissimo

Arturo
__________________
"Io non pretesi dir tutto nè inappellabilmente; cominciai perchè altri poi correggesse migliorasse e compiesse" De Laugier, uffiziale toscano

Blog di storia militare con cui collaboro: http://antologiamilitare.blogspot.it/
  Rispondi citando
Rispondi


Stanno leggendo questa discussione: 1 (0 utenti e 1 visitatori)
 
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata
Modalità di visualizzazione

Regole di scrittura
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is Attivo
smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato

Vai al forum



Tutti gli orari sono GMT +2. Attualmente sono le 11.36.30.


vBulletin skin developed by: eXtremepixels
Powered by vBulletin versione 3.8.9
Copyright ©: 2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia. it