Vecchio 22-08-2008, 18.12.45   #46
bruno
Amministratore
 
bruno non in linea
Data di registrazione: Wed May 2007
Ubicazione: Savona
Messaggi: 6,052
Predefinito

Hai ragione. I risultati del lavoro svolto si vedono. A volte si da un po' tutto per scontato, come se bastasse 'schiacciare un tasto'.
Avevo già notato (anche non frequentando molto spesso le stanze tedesche) la tua preparazione ed il tuo archivio, ma ingiustamente non lo avevo rimarcato.
B
__________________
Il mio blog sul collezionismo politico:
http://italianpolitic.wordpress.com
  Rispondi citando

Vecchio 22-08-2008, 18.36.29   #47
Antonio S
Utente Senior
 
L'avatar di Antonio S
 
Antonio S non in linea
Data di registrazione: Wed Apr 2008
Ubicazione: North Italy
Messaggi: 2,236
Predefinito

Ti ringrazio di nuovo Bruno davvero.
E condivido in pieno il fatto che spesso si crede che su internet si possa trovare tutto. Purtroppo non è così, oltre un certo livello, se si vogliono veramente approfondire le cose, bisogna investire capitali nella ricerca, in libri, saggi, studi, e passare tempo e tempo tra archivi di tutto il mondo... E questo fatto alla maggior parte delle persona sfugge...
Personalmente credo che se avessi investito anzichè nella ricerca in oggetti di collezionismo, potrei avere pezzi incredibili, ma io ho scelto la mia strada, come ognuno ha il suo campo!
In ogni caso, sempre a disposizione!
  Rispondi citando

Vecchio 23-08-2008, 20.30.47   #48
Andrea Marighetti
Moderator
 
L'avatar di Andrea Marighetti
 
Andrea Marighetti non in linea
Data di registrazione: Wed May 2007
Ubicazione: Verona
Messaggi: 6,166
Predefinito

Quote:
bruno Visualizza il messaggio
Mi intrometto per fare i complimenti alla competenza di Antonio e Tommaso che in questo caso hannoo sviluppato un'ottima ricerca sul personaggio in questione.
Sull'anello, visto le condizioni molto usurate dell'esterno, credo che anche l'incisione interna dovrebbe essere in condizioni simili e non quasi mint come appare, benchè in patina simile all'anello.
B
Ritengo opportuno ringraziare Antonio e Tommaso, vi siete distinti per passione e ricerca, meritate voi un anello del genere! bravi e grazie!
Per Bruno: l'usura dell'interno dell'anello non può essere uguale a quella esterna, l'interno è a contatto con la sola pelle umana, l'esterno con qualsiasi materiale che può consumare il metallo di cui è composto l'anello
  Rispondi citando

Vecchio 23-08-2008, 21.43.37   #49
Antonio S
Utente Senior
 
L'avatar di Antonio S
 
Antonio S non in linea
Data di registrazione: Wed Apr 2008
Ubicazione: North Italy
Messaggi: 2,236
Predefinito

Grazie mille!
Beh, se qualcuno me lo volesse donare in segno di riconoscenza sappia che lo accetterei MOLTO volentieri!
  Rispondi citando

Vecchio 23-08-2008, 22.22.00   #50
bruno
Amministratore
 
bruno non in linea
Data di registrazione: Wed May 2007
Ubicazione: Savona
Messaggi: 6,052
Predefinito

Quote:
witzig Visualizza il messaggio
Ritengo opportuno ringraziare Antonio e Tommaso, vi siete distinti per passione e ricerca, meritate voi un anello del genere! bravi e grazie!
Per Bruno: l'usura dell'interno dell'anello non può essere uguale a quella esterna, l'interno è a contatto con la sola pelle umana, l'esterno con qualsiasi materiale che può consumare il metallo di cui è composto l'anello
Sull'usura non sono così daccordo. Vero che l'esterno si consuma più dell'interno, ma qui mancherebbe circa un mm o più dall'esterno, quindi l'uso sarebbe di durato qualche lustro e sincermante penso che l'incisione interna sarebbe più consunta (non scomparsa, ma meno netta). L'argento è molto morbido e si consuma facilmente.

Qui un link su di un altro Anello che parrebbe originale, con tanto di un paio di certificati di autenticità. Purtroppo non viene mostrata la giuntura dietro al tk.
http://www.lakesidetrader.com/pics/RG-6d.jpg

B
__________________
Il mio blog sul collezionismo politico:
http://italianpolitic.wordpress.com
  Rispondi citando

Alois Schintlholzer
Vecchio 12-09-2008, 19.08.10   #51
La Crodarola
Utente
 
L'avatar di La Crodarola
 
La Crodarola non in linea
Data di registrazione: Tue Sep 2007
Messaggi: 10
Predefinito Alois Schintlholzer

Mi unisco ai complimenti ad Antonio e Tommaso.
Quale contributo alla discussione allego un articolo tratto dal quotidiano "Alto Adige".
Da notare che anche qui il nome dell'interessato subisce un'ulteriore storpiatura...

Sulle tracce dell'assassino SS
Alto Adige — 09 settembre 2005 pagina 41
di Leonardo Pellissetti Con grande coraggio ed imperterrita obiettvità Philipp Trafoier, giovane storico di Laces, analizza nell’ultimo numero del periodico venostano «Vinschgerwind» la storia di un criminale di guerra. «Le tracce di un assassino» è il titolo di copertina della rivista. La vicenda prende avvio dall’uccisione di Ottavio Monaco, brigadiere dei carabinieri a Resia, ucciso e gettato nel lago di Reisia l’8 settembre 1943. Ad Alois Schintholzer, tenente delle SS, venne attribuita la responsabilità del misfatto, del quale nel primo dopoguerra si occupò anche il nostro giornale. Schintholzer era stato inviato al confine al comando di un reparto di SS per difendere il passo da un eventuale attacco di paracadutisti alleati ma anche con il compito di arrestare i soldati italiani al confine nel caso di un’ ormai quasi sicura uscita dell’alleato dalla guerra. La cronaca di Trafoier prosegue con la descrizione del curriculum di Schintholzer, originario di Innsbruck, dov’era nato nel 1914, Il focoso giovane entrò nel 1932 a far parte del partito nazista, allora proibito in Austria, tanto da da essere per questo anche condannato ad alcuni mesi di carcere. Dopo l’Anschluss venne poi il suo momento fino alle sue famigerate imprese nella zona di Resia. Il 12 settembre - come riferisce Trafoier - passò a Merano, per dare la caccia agli ebrei rimasti, per lo più vecchi e malati. Dei circa 60 rimasti ne fece arrestare 22 con l’ausilio - sottolinea Trafoier - di membri locali del Sod (Servizio d’ordine sudtirolese). Nessuno di costoro dovette rendere conto dei propri atti dopo la guerra. Gli ebrei arrestati - due donne si erano nel frattempo avvelenate - furono deportati a Reichenau presso Innsbruck e quindi Auschwitz. Di costoro sopravvisse solo la baronessa Walli Hoffman. I beni derubati ai deportati non vennero mai restituiti. Il 20 agosto 1944 - prosegue Trafoier - il tenente Schintholzer partecipo ad una azione contro partigiani a capo del reggimento di polizia Bozen, lo stesso che fu oggetto del famoso attentato di via Rasella. Tra Caviola e Falcade Schintholzer fece uccidere in diversi modi 39 persone. Dai reparti ai suoi ordini ne vennero uccise altre 27 a Molina di Fiemme addirittura il 2 maggio 1945, giorno di firma della resa tedesca in Italia. Nel corso di un primo arresto da parte degli americani Schintholzer non fu riconosciuto e potè trasferirsi in Alto Adige. Fu infine arrestato al Grand Hotel Sulden di Solda il 28 maggio 1945. La ricerca di Trafoier conduce ora all’incredibile vicenda dell’insabbiamento delle procedure a causa di lungaggini fino alla liberazione per decorrenza dei termini. Schintholzer si rifugiò ad Innsbruck, nel 1961 fu nuovamente arrestato perchè i parenti degli uccisi in Trentino avevano rimesso in moro la procedura. Fu infine condannato all’ergastolo nel 1988 ma un anno dopo egli morì. Un ulteriore colpo di scena derivò al momento dell’annuncio di morte, dove su iniziativa di compagni d’intenti ex SS, veniva citata la frase «il suo onore significa fedeltà»; ma una nipote rifiutò di far parte di un simile annuncio funebre e si dissociò. Nell’analisi delle colpe impunite di Schintholzer Trafoier ricorda «l’armadio delle vergogne», l’armadio sito cioè nell’archivio centrale del tribunale militare italiano, dove ben 695 su 2274 atti relativi a crimini tedeschi in Italia non vennero fatti procedere, compreso tra i primi anche il crimine di Lasa. Trafoier concorda con la nota ipotesi che non si volesse nel primo dopoguerra irritare l’alleato tedesco, ormai integrato nell’alleanza occidentale.
  Rispondi citando

Vecchio 30-06-2009, 13.53.11   #52
dalbenny
Utente Senior
 
L'avatar di dalbenny
 
dalbenny non in linea
Data di registrazione: Thu Jun 2008
Ubicazione: Milano
Messaggi: 383
Predefinito

Se a qualcuno interessa Weitze sta vendendo un SS-Totenkopfring appartenuto allo SS-Sturmbannführer Josef Erlmaier....solo 5.200 eurini.......
d'altra parte se originale ci stanno tutte...certo che potendo comprarlo via web non mi pare il caso...

https://www.weitze.net/detail/61/SS_...r__103961.html
__________________
Tutto bisogna sacrificare, tutto bisogna osare.
Filippo Corridoni (1887-1915)
  Rispondi citando

Vecchio 05-07-2009, 12.07.41   #53
Enigma
Utente Senior
 
L'avatar di Enigma
 
Enigma non in linea
Data di registrazione: Sat May 2009
Ubicazione: Marche
Messaggi: 215
Predefinito

5200 €???????' Accidenti!!!!!!! Iva compresa???'
  Rispondi citando

Vecchio 28-12-2010, 17.43.28   #54
b.collector
Utente Attivo
 
b.collector non in linea
Data di registrazione: Mon Jan 2008
Messaggi: 185
Predefinito

Ciao,

considerando che questo thread ha coinvolto diversi appassionati offrendo loro lo spunto per esprimere un'opinione circa l'originalita' dell'Honor ring a Schintlholzer, credo sia utile concludere il tema con un parere che si puo' considerare definitivo :

L'anello e' stato definitivamente certificato come originale da Don Boyle, dopo averlo ricevuto dalle mani dell'attuale possessore (che mi ha fornito tale notizia).

Ric
  Rispondi citando

Vecchio 28-12-2010, 18.02.32   #55
poenitentiamagite
Utente Medio
 
poenitentiamagite non in linea
Data di registrazione: Sat Dec 2010
Messaggi: 56
Predefinito

Salve Signor Ric,

Mi permetta una domanda, stà parlando dell'anello Schintlholzer postato dall'utente Witzig ad inizio thread?

Non per altro, ma visto che nella DAL e nel suo documento del NARA non compare il Totenkopfring, credevo che si fosse appurato che non era il suo....

Mi permetta comunque di obbiettare che, dopo aver visto expertise senza senso del tutto privi di foto e pagati fior di $, emessi dall'esperto che nomina, il parere definitivo riguardo ad un oggetto del genere preferisco farmelo da me. In amicizia, ovviamente!
  Rispondi citando

Vecchio 28-12-2010, 18.30.12   #56
b.collector
Utente Attivo
 
b.collector non in linea
Data di registrazione: Mon Jan 2008
Messaggi: 185
Predefinito

Quote:
poenitentiamagite Visualizza il messaggio
Salve Signor Ric,

Mi permetta una domanda, stà parlando dell'anello Schintlholzer postato dall'utente Witzig ad inizio thread?

Non per altro, ma visto che nella DAL e nel suo documento del NARA non compare il Totenkopfring, credevo che si fosse appurato che non era il suo....

Mi permetta comunque di obbiettare che, dopo aver visto expertise senza senso del tutto privi di foto e pagati fior di $, emessi dall'esperto che nomina, il parere definitivo riguardo ad un oggetto del genere preferisco farmelo da me. In amicizia, ovviamente!
Si mi riferisco proprio a quell'anello.

Il fatto che l'anello sia sicuramente riferibile ad Alois Schintlholzer o meno, non modifica l'opinione di originalita' espressa e da me condivisa (fra l'altro dal tempo in cui ebbi il piacere di prenderlo in mano).
Lo scopo del mio post non e' discutere la scelta di Don Boyle di non allegare foto ai suoi expertises, bensi' di mettere la parola fine con l'unico parere autorevole al riguardo.
Essere disponibile (o non) a pagare per ricevere tale parere, riguarda i singoli e francamente penso non interessi chi ci legge, ma e' un fatto che ad oggi nessuno e' stato in grado di produrre una sua certificazione (in originale) che attesti una errata attestazione di originalita' (mi riferisco all'argomento di mio interesse).

Ric
  Rispondi citando

Vecchio 28-12-2010, 18.47.56   #57
poenitentiamagite
Utente Medio
 
poenitentiamagite non in linea
Data di registrazione: Sat Dec 2010
Messaggi: 56
Predefinito

Quote:
b.collector Visualizza il messaggio
Si mi riferisco proprio a quell'anello.

Il fatto che l'anello sia sicuramente riferibile ad Alois Schintlholzer o meno, non modifica l'opinione di originalita' espressa e da me condivisa (fra l'altro dal tempo in cui ebbi il piacere di prenderlo in mano).
Lo scopo del mio post non e' discutere la scelta di Don Boyle di non allegare foto ai suoi expertises, bensi' di mettere la parola fine con l'unico parere autorevole al riguardo.
Essere disponibile (o non) a pagare per ricevere tale parere, riguarda i singoli e francamente penso non interessi chi ci legge, ma e' un fatto che ad oggi nessuno e' stato in grado di produrre una sua certificazione (in originale) che attesti una errata attestazione di originalita' (mi riferisco all'argomento di mio interesse).

Ric
Grazie per la risposta, anche se la trovo piuttosto evasiva.
Dubito seriamente che al NaRa o in altra documentazione ufficiale risulti un altro alto ufficiale con tale cognome e conferito con l'anello: non risulta nemmeno alcun Schintlholzer Alois nell'eleno stilato dal Patzwall a quanto mi consta, ne tantomeno alcun altro Schintlholzer, sebbene con nome differente.
Inoltre, le foto conosciute dello Schintlholzer non lo mostrano mai con l'anello al dito.

A mio avviso la parola fine su questo anello non la mette certo l'autorevole parere che cita, ma bensì, conoscendo l'immane diatriba che si cela dietro questo argomento, il fatto che ben difficilmente qualcuno sano di mente sulla terra comprerà mai un anello del genere, pur sapendo che non esiste uno straccio di conferma del conferimento ad un cognome come quello inciso all'interno, nella pratica comperando qualcosa che sarà sempre più difficile da rivendere nei prossimi anni...questo a mio avviso "parla" molto più di tante chiacchere.

Non commento ulteriormente riguardo al fatto che "nessuno sia stato in grado di produrre una sua certificazione.....", visto che non parlavo assolutamente della faslsificazione dei suoi expertise, infatti basta allegare un suo expertise originale ad una copia di anello e il gioco è presto fatto, dico solo che per 250$ mi aspetterei ben altro che un pezzo di carta straccia compilata con calligrafia a tratti illeggibile e senza alcun tipo di riferimento fotografico.
Inoltre, si dice che abbiano falsificato i ben più complicati expertise del Weitze, pertanto credo che non sarà in futuro un problema insormontabile falsificare quelli in discussione.
Se invece per "produrre" lei intede "esibire", allora il senso della frase cambia, e posso risponderle solo dicendo: non sono io che devo smentire nessuno, è chi fà l'expertise che deve provare che si tratta di un originale.
Esistendo purtroppo varie teorie riguardo questi anelli, la valutazione dell'esperto di cui parla vale, alla fine dei conti, come quella di Gottlieb, o di Heukemes, o di Bendixen, o mia o sua.
Se ci fossero certezze su questi anelli non servirebbero gli expertise, evidentemente non ne esistono e si resta nel campo dei pareri, opinabili, personali.
Ovvero, un anello che io considero OK lei magari lo considera falso.
Scelte rispettabili, ma non per questo inopinabili quali parola divina.

con amicizia
  Rispondi citando

Vecchio 28-12-2010, 19.13.16   #58
Antonio S
Utente Senior
 
L'avatar di Antonio S
 
Antonio S non in linea
Data di registrazione: Wed Apr 2008
Ubicazione: North Italy
Messaggi: 2,236
Predefinito

Ciao Ric, non è mia competenza stabilire se questo anello sia o meno originale, fatto sta pero' che ho le Dienstalterlisten e le schede personali degli ufficiali SS... E questo Schintlolzer non c'è tra i riceventi dell'anello, nemmeno tra i promossi del 9/11/40. Compare solo nelle Fuhrerliste, ed è appunto quel Luis Schintlholzer di cui ho postato un paio di schede personali dell'archivio SS, dove si vede chiaramente che lui non ricevette l'anello perchè non vi è registrato.
Per l'amor di Dio, non discuto la preparazione di Boyle e nemmeno la tua, ma permettimi di dire che un organismo come quello delle SS, di cui tutti conosciamo la meticolosità, non faceva "buchi" così grossi addirittura da non registrare la più alta onorificenza del corpo stesso...
Davanti ad una questione del genere io continuo a nutrire dubbi molto profondi.

Capisci bene Ric, il mio intervento non è polemico, è solo finalizzato a capire una questione che mi interessa, per avere dati concreti a supporto di una tesi.
__________________

www.antonioscapini.it

I miei libri:
  • The Wehrpass and Soldbuch of the Wehrmacht
  • Decorazioni distintivi e attestati di conferimento del Terzo Reich
  • The Memel medal
  • The Italian German medal for the African campaign
  • Il Totenkopfring delle SS
  • The Anti Partisan Badge (2015)

Ultima modifica di Antonio S : 28-12-2010 19.42.19.
  Rispondi citando

Vecchio 28-12-2010, 19.19.09   #59
poenitentiamagite
Utente Medio
 
poenitentiamagite non in linea
Data di registrazione: Sat Dec 2010
Messaggi: 56
Predefinito

Quote:
Antonio S Visualizza il messaggio
Davanti ad una questione del genere io continuo a nutrire dubbi molto profondi.
Non credo che lei sia l'unico.
Credo che il 99% dei possibili acquirenti, una volta saputo che tale nominativo non risulta tra i riceventi della decorazione, si autodirotterebbero verso un anello con nominativo certificato, magari anche più costoso, ma che almeno lascia dormire la notte.
A mio avviso, il fatto che il cognome sia quello, e che esca proprio dal Tirolo, è indice che si tratti di un anello relazionato a quella persona di cui stiamo parlando, dunque, verosimilmente, un falso.
  Rispondi citando

Vecchio 28-12-2010, 20.06.28   #60
b.collector
Utente Attivo
 
b.collector non in linea
Data di registrazione: Mon Jan 2008
Messaggi: 185
Predefinito

Quote:
poenitentiamagite Visualizza il messaggio
Grazie per la risposta, anche se la trovo piuttosto evasiva...
L'anello postato da Witzig e' un esemplare originale prodotto negli anni 40 dal gioiellere Gahr : questa non e' un'autorevole opinione , bensi' un fatto.

Quote:
poenitentiamagite Visualizza il messaggio
Dubito seriamente che al NaRa o in altra documentazione ufficiale risulti un altro alto ufficiale con tale cognome e conferito con l'anello: non risulta nemmeno alcun Schintlholzer Alois nell'eleno stilato dal Patzwall a quanto mi consta, ne tantomeno alcun altro Schintlholzer, sebbene con nome differente.
Inoltre, le foto conosciute dello Schintlholzer non lo mostrano mai con l'anello al dito.
Non sarebbe il primo anello originale il cui ricevente non risulti iscritto nel DAL : lei sa bene che il conferimento avveniva secondo precisi criteri riferibili anche a non-ufficiali, per non parlare di militari non-Tedeschi e personalita' politiche meritevoli di conferimento ad insindacabile giudizio di Himmler.
Per quanto riguarda il NARA e' gia' stata accertata la non totale attendibilita' di tale archivio per quanto attiene l'aggiornamento delle schede personali.
Idem (come per il DAL) per quanto riguarda l'elenco stilato dal Patzwall nella sua ultima edizione del gia' noto : Der SS-Totenkopfring, Seine illustrierte Geschichte 1933 - 1945
Le poche foto disponibili di Alois Schintlholzer senza anello, hanno lo stesso valore documentale di Heidrich con l'anello indossato non secondo regolamento o alti ufficiali privi dello stesso (benche' insigniti) : non e' una prova definitiva.

Quote:
poenitentiamagite Visualizza il messaggio
....A mio avviso la parola fine su questo anello non la mette certo l'autorevole parere che cita, ma bensì, conoscendo l'immane diatriba che si cela dietro questo argomento, il fatto che ben difficilmente qualcuno sano di mente sulla terra comprerà mai un anello del genere, pur sapendo che non esiste uno straccio di conferma del conferimento ad un cognome come quello inciso all'interno, nella pratica comperando qualcosa che sarà sempre più difficile da rivendere nei prossimi anni...questo a mio avviso "parla" molto più di tante chiacchere......
Come felicemente sintetizzato da Craig Gottlieb "Honor rings detection is not a rocket science" e fortunatamente di collezionisti competenti (quasi tutti stranieri) e "insani" di mente ne esistono a sufficienza da alimentare un mercato fatto anche di anelli non attribuibili con assoluta certezza : per inciso il sottoscritto e' stato fra gli "improvvidi" che avrebbe voluto Alois Schintlholzer in collezione, ma un altro "pazzo" me l'ha soffiato per una cifra che ho giudicato eccessiva.........in amicizia naturalmente

Quote:
poenitentiamagite Visualizza il messaggio
....non parllavo assolutamente della faslsificazione dei suoi expertise, infatti basta allegare un suo expertise originale ad una copia di anello e il gioco è presto fatto.......Inoltre, si dice che abbiano falsificato i ben più complicati expertise del Weitze, pertanto credo che non sarà in futuro un problema insormontabile falsificare quelli in discussione......
Giusto, ma bisognerebbe riprodurre proprio l'anello citato nell'expertise e sarebbe una furbata dalle gambe corte poiche' la copia sarebbe facilmente riconoscibile.
Discutere sui "si dice" non mi appassiona , ma non dubito che cio' possa essere avvenuto.

Quote:
poenitentiamagite Visualizza il messaggio
....Esistendo purtroppo varie teorie riguardo questi anelli, la valutazione dell'esperto di cui parla vale, alla fine dei conti, come quella di Gottlieb, o di Heukemes, o di Bendixen, o mia o sua.
.....si resta nel campo dei pareri, opinabili, personali.
Ovvero, un anello che io considero OK lei magari lo considera falso.
Scelte rispettabili, ma non per questo inopinabili quali parola divina.
L'argomento e' molto piu' semplice di quanto non possa apparire ad un profano : esistono collezionisti che sono in grado di distinguere il 99 % delle riproduzioni che appaiono sul mercato e poi la massa di coloro che stanno ai "si dice" sballottati tra una opinione e l'altra.
Poi fra i cosiddetti "esperti" ce n'e' uno che studia questi anelli da oltre 30 anni ed e' in grado con le sue certificazioni di garantire un mercato internazionale intorno ad un oggetto che altrimenti susciterebbe forti insicurezze (come giustamente da lei sottolineato) ed una serie di profondi conoscitori a cui pero' il mercato non riconosce l'ultima parola.


Quote:
poenitentiamagite Visualizza il messaggio
.....Se ci fossero certezze su questi anelli non servirebbero gli expertise, evidentemente non ne esistono e si resta nel campo dei pareri, opinabili, personali.....
Piu' passa il tempo e piu' l'assenza di "certezze" riguarda vaste aree della Militaria, il mio augurio e' che la conoscenza raggiunta nel campo degli Honor rings possa estendersi anche ad altri temi a rischio e anche in Italia si inizi seriamente a collezionare (studiando) possibilmente astenendosi da discussioni fondate su opinioni e quindi a rischio di essere inconcludenti.........ma sempre in amicizia

Ric
  Rispondi citando
Rispondi


Stanno leggendo questa discussione: 1 (0 utenti e 1 visitatori)
 
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata
Modalità di visualizzazione

Regole di scrittura
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is Attivo
smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato

Vai al forum



Tutti gli orari sono GMT +2. Attualmente sono le 14.22.18.


vBulletin skin developed by: eXtremepixels
Powered by vBulletin versione 3.8.9
Copyright ©: 2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia. it