Ultima classe chiamata.
Vecchio 06-10-2018, 13.54.34   #1
ALPINO67
Utente Senior
 
L'avatar di ALPINO67
 
ALPINO67 ora Ŕ in linea
Data di registrazione: Wed Nov 2007
Messaggi: 1,660
Predefinito Ultima classe chiamata.

Buongiorno, mentre ero al cimitero a trovare i miei morti, mi Ŕ caduto l'occhio su una tomba, il defunto era nato nel 1900 e cavaliere di Vittorio Veneto, questo significa che Ŕ stata arruolata un'altra classe dopo i "ragazzi del 99"? Io credevo che: "per prendere Trento ci vuole il '900" fosse solo una filastrocca, ma evidentemente erano veramente stati chiamati. ChissÓ se sono arrivati in prima linea.
Saluti
Immagini allegate
Tipo di file: jpg DSCN0096.jpg (36.7 KB, 1 visite)
__________________
Per non dimenticare.
  Rispondi citando

Vecchio 06-10-2018, 16.54.36   #2
piesse
Utente Senior
 
L'avatar di piesse
 
piesse non in linea
Data di registrazione: Wed May 2007
Messaggi: 1,098
Predefinito

La classe 900 forný circa 260.000 uomini che cominciarono ad essere arruolati nel maggio 1918, ma che terminarono l'addestramento oramai alla fine della guerra e non ne risulta nessuno impiegato in prima linea.
Dovevano essere disponibili ipotizzando la prosecuzione del conflitto nel 1919.
Comunque anche fra di loro vi furono diversi caduti, dovuti per lo pi¨ a malattia o incidenti.
  Rispondi citando

Vecchio 06-10-2018, 22.28.27   #3
ALPINO67
Utente Senior
 
L'avatar di ALPINO67
 
ALPINO67 ora Ŕ in linea
Data di registrazione: Wed Nov 2007
Messaggi: 1,660
Predefinito

Grazie delle gradite informazioni. Saluti
__________________
Per non dimenticare.
  Rispondi citando

Vecchio 08-10-2018, 10.13.54   #4
Arturo A.
Utente Senior
 
L'avatar di Arturo A.
 
Arturo A. non in linea
Data di registrazione: Wed May 2007
Messaggi: 916
Predefinito

Quella della classe '900 Ŕ una parte di storia poco conosciuta, anch'io l'ho scoperta poco tempo fa grazie alle cartoline di una recluta del I░ Scaglione richiamato a Febbraio del '18.

La storia, pubblicata sul blog con cui collaboro, potete leggerla a questo link http://antologiamilitare.blogspot.co...asse-1900.html
__________________
"Io non pretesi dir tutto nŔ inappellabilmente; cominciai perchŔ altri poi correggesse migliorasse e compiesse" De Laugier, uffiziale toscano

Blog di storia militare con cui collaboro: http://antologiamilitare.blogspot.it/
  Rispondi citando

Vecchio 08-10-2018, 10.49.07   #5
ALPINO67
Utente Senior
 
L'avatar di ALPINO67
 
ALPINO67 ora Ŕ in linea
Data di registrazione: Wed Nov 2007
Messaggi: 1,660
Predefinito

Blog fantastico, io adoro gli scritti "d'epoca".
Poco tempo fa mi sono capitate le lettere di una madrina di guerra ancora in vita ( ovviamente della seconda guerra) ed ho trovato estremamente interessante leggerle, tanto che ho scritto una specie di opuscolo/commento riassuntivo, peccato che sia quasi impossibile avere quelle che lei scrisse al soldato.
Magari le trovererÓ qualcuno in un mercatino.......
Saluti a tutti
P.S. scusate l' O.T.
__________________
Per non dimenticare.
  Rispondi citando

Vecchio 13-10-2018, 15.42.06   #6
piesse
Utente Senior
 
L'avatar di piesse
 
piesse non in linea
Data di registrazione: Wed May 2007
Messaggi: 1,098
Predefinito

Esiste almeno un caduto in combattimento della classe 900.

Ed Ŕ un caduto illustre, addirittura una Medaglia d'Oro, il pi¨ giovane ad aver ricevuto tale onoreficenza nella Grande Guerra.

Si trattava di Roberto Sarfatti, caporale del 6░ Rgt. Alpini caduto a Col d'Echele il 28 gennaio 1918.
Era nato a Venezia il 10 maggio del 1900.
Si era arruolato volontario nel 1915, nonostante l'opposizione della famiglia, presentando documenti falsificati, procuratigli da Filippo Corridoni, noto politico e sindacalista interventista, poi caduto a San Martino del Carso il 23 ottobre 1915. Il padre di Roberto, Avv. Cesare Sarfatti, militante socialista e parlamentare, per˛ denunci˛ l'inganno e il figlio dovette abbandonare il 35░ Rgt. Fanteria; fu iscritto all'Istituto Nautico di Venezia e inviato per mare per diversi mesi.
RaggiuntÓ l'etÓ di legge per arruolarsi di nuovo, nel 1917, Roberto Sarfatti torn˛ sotto le armi, stavolta negli Alpini, guadagnando ben presto il grado Caporale sul campo, per il suo comportamento coraggioso in battaglia; il destino per˛ lo attendeva sull'Altopiano dei Sette Comuni, in provincia di Vicenza; dopo aver catturato da solo una trentina di austriaci, infine fu colpito alla fronte, sembra da una palla esplosiva; il suo corpo fu ritrovato solo nel 1934 e oggi riposa nel Sacrario di Asiago.

La madre era Margherita Grassini Sarfatti, scrittrice e giornalista, famosa anche per essere stata per oltre 20 anni amante di Benito Mussolini, dal 1912 a metÓ degli anni 30.
Fu consigliera e ispiratrice molto ascoltata del futuro Duce, che ne fu molto influenzato positivamente nel sapersi comportare nei rapportii con l'alta borghesia, che divenne supporto fondamentale per la crescita del fascismo; essendo la Sarfatti di origine e religione ebraica nel 1938 ripar˛ negli USA e torn˛ in Italia solo nel 1947, dove visse fino al 1961.

Una vita interessante, da protagonista, la sua, nei primo decenni del secolo scorso, come interessante, anche se breve la vita dell'eroico figlio.
  Rispondi citando
Rispondi


Stanno leggendo questa discussione: 1 (0 utenti e 1 visitatori)
 
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata
ModalitÓ di visualizzazione

Regole di scrittura
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is Attivo
smilies Ŕ Attivo
[IMG] il codice Ŕ Attivo
Il codice HTML Ŕ Disattivato

Vai al forum



Tutti gli orari sono GMT +2. Attualmente sono le 17.59.31.


vBulletin skin developed by: eXtremepixels
Powered by vBulletin versione 3.8.9
Copyright ©: 2000 - 2018, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia. it