Flak italiana ???
Vecchio 18-11-2012, 13.27.07   #1
LEODINO LAMBINI
Utente Senior
 
L'avatar di LEODINO LAMBINI
 
LEODINO LAMBINI non in linea
Data di registrazione: Sun Aug 2010
Messaggi: 386
Predefinito Flak italiana ???

Ho trovato questa foto scattata in Italia. Sono chiaramente italiani arruolati nella flak ma non sapevo portassero l'elmetto tedesco con i fregi sopra tutta la nostra divisa. Le mostrine come sono, visto che non sono piu' di cosi' visibili? Grazie
Immagini allegate
Tipo di file: jpg flakmista_000.jpg (152.0 KB, 8 visite)
__________________
ONOREAICADUTI
  Rispondi citando

Vecchio 18-11-2012, 18.15.27   #2
Prinz Eugen
Moderator
 
L'avatar di Prinz Eugen
 
Prinz Eugen non in linea
Data di registrazione: Wed May 2007
Messaggi: 2,285
Predefinito

Si tratta di una nota foto apparsa su diversi libri, primo fra tutti, "Gli ultimi in grigioverde" di Pisanò che ritrae i membri di una batteria dell'Ar.Co., di stanza a Seriate (BG). Le mostrine sono quelle azzurro chiaro con cannoncino e gladio. Le puoi trovare meglio definite (e con la stelletta al posto del gladio)nel thread sulle foto tessera ANR.

PS solo un chiarimento. Ma la foto l'hai tu in originale? Perchè mi pare di ricordare che provenisse da un archivio privato, cioè che non fosse una foto d'agenzia.
__________________
"Quel che non perdono al mio tempo è di aver costruito l'alibi della propria viltà diffamando gli eroi."
Adriano Romualdi
  Rispondi citando

Vecchio 18-11-2012, 22.24.53   #3
LEODINO LAMBINI
Utente Senior
 
L'avatar di LEODINO LAMBINI
 
LEODINO LAMBINI non in linea
Data di registrazione: Sun Aug 2010
Messaggi: 386
Predefinito

M A G A R I !!!!!!!!!!!!!!! Trovata nel thread... grazie della risposta
__________________
ONOREAICADUTI
  Rispondi citando

Vecchio 19-11-2012, 01.42.42   #4
adriano
Utente Senior
 
L'avatar di adriano
 
adriano non in linea
Data di registrazione: Sun Aug 2008
Messaggi: 538
Predefinito

Vedi:
http://www.blitzkriegmilitaria-forum...ad.php?t=10381
  Rispondi citando

Vecchio 05-02-2018, 21.09.41   #5
redcell
Utente
 
redcell non in linea
Data di registrazione: Sat Feb 2018
Messaggi: 3
Predefinito

Io scrivo sempre a proposito della Flak italiana, però in questo caso di reparti di stanza tra Trieste, Istria e Bibione.

Erano italiani, arruolati diciamo di forza nella Luftwaffe (siamo nel 1944, e Trieste era di fatto parte del III Reich), però la particolarità è che avevano in dotazione sia divisa tedesca che italiana (non so che mostrine c'erano sulla divisa italiana).
So per certo che utilizzavano l'uniforme tedesca quando erano in qualche caserma tedesca, perchè non ben visti se utilzzavano l'uniforme italiana. Alcuni membri di questo reparto erano di stanza a Petrovia (ora Croazia) presso una stazione radar; agli ordini del capitano Fuchs (Luftwaffe); durante un trasferimento verso Trieste a bordo del piroscafo San Marco carico di civili , sono stati attaccati da alcuni caccia inglesi con conseguente affondamento del piroscafo. Erano diretti nei dintorni di Udine per frequentare un corso per radaristi, che poi mi pare i superstiti non abbiano frequentato.

Ho altre notizie di una postazione di avvistamento aereo nei pressi di Bibione, circa in riva al mare vicini ad un fiume; il compito era quello di identificare e contare tutti gli aerei Alleati che andavano a bombardare la Germania e quelli che tornavano dopo i raid; Bibione si trovava proprio sulla rotta percorsa dai bombardieri.
La casa in cui erano di stanza i soldati della contraerea era mimetizzata in modo da sembrare una normale casa di pescatori e non destare sospetti a qualche pilota di caccia alleato che passasse in zona.

A riprova del fatto che erano inquadrati nella Luftwaffe stà il fatto che negli anni '90 qualcuno di questi ex-Flack ha ricevuto dalla Germania una lettera nella quale c'era scritto che potevano utilizzare ai fini del calcolo pensionistico il periodo trascorso nella Luftwaffe.

Io sto cercando ulteriori notizie su questo reparto, ma ho trovato veramente poco.
  Rispondi citando

Vecchio 06-02-2018, 00.00.33   #6
MarcoPennisi
Utente Senior
 
MarcoPennisi non in linea
Data di registrazione: Fri Sep 2007
Messaggi: 312
Predefinito

Quote:
redcell Visualizza il messaggio
Io scrivo sempre a proposito della Flak italiana, però in questo caso di reparti di stanza tra Trieste, Istria e Bibione.

<>

Ho altre notizie di una postazione di avvistamento aereo nei pressi di Bibione, circa in riva al mare vicini ad un fiume; <> .
La postazione potrebbe essersi trovata nelle vicinanze del Faro di Punta Tagliamento che é appunto in riva al mare (tempo fa era più arretrato rispetto alla linea di costa) e vicino al fiume Tagliamento. Sono 53 anni che vado a Bibione, ma ignoravo l'esistenza di questo piccolo presidio.
MP
__________________
MP
  Rispondi citando

Vecchio 06-02-2018, 00.15.52   #7
MarcoPennisi
Utente Senior
 
MarcoPennisi non in linea
Data di registrazione: Fri Sep 2007
Messaggi: 312
Predefinito

A Petrovia (oggi Petrovija , frazione di Umago nell’Istria croata) era di stanza personale del Luftnachrichten-Regiment 200 . Questo era l’unità radar della Luftwaffe in Italia ove fu presente dall’estate del ’43 sino al termine delle ostilità. Contò fino a 40 compagnie con una forza massima tra 8mila e 10mila uomini, un terzo dei quali Italiani, che operavano sistemi radar sparsi in tutta Italia.
MP
__________________
MP
  Rispondi citando

Vecchio 06-02-2018, 17.11.19   #8
Gew44
Utente Senior
 
L'avatar di Gew44
 
Gew44 ora è in linea
Data di registrazione: Wed May 2007
Ubicazione: E. Romagna - Bologna
Messaggi: 6,159
Predefinito

Quote:
MarcoPennisi Visualizza il messaggio
La postazione potrebbe essersi trovata nelle vicinanze del Faro di Punta Tagliamento che é appunto in riva al mare (tempo fa era più arretrato rispetto alla linea di costa) e vicino al fiume Tagliamento. Sono 53 anni che vado a Bibione, ma ignoravo l'esistenza di questo piccolo presidio.
MP
Potrebbe benissimo essere li.

Vado a Bibione da qualche anno ed il faro, sul mare ed all'estuario del Tagliamento, ora è maggiormente raggiungibile attraverso un nuovo percorso ciclabile e pedonabile.
Possiede anche una casa ancora ad oggi tutto di pertinenza forze armate.
__________________
Massimo

Chi ha paura muore ogni giorno...chi non ha paura muore una volta sola.
  Rispondi citando

Vecchio 06-02-2018, 19.43.08   #9
MarcoPennisi
Utente Senior
 
MarcoPennisi non in linea
Data di registrazione: Fri Sep 2007
Messaggi: 312
Predefinito

Ipotizzo che il reparto di avvistamento e segnalazione non sia stato alloggiato nella "casetta del faro" trattandosi di un'installazione fin troppo visibile e quindi ad elevato rischio di attacco da parte di qualche cacciabombardiere angloamericano. So che nell'area la gente s'insediò dopo una bonifica nel primo dopoguerra, forse i "Flak" italiani erano in una casa nei dintorni che, magari, oggi non esiste più.
Grazie ancora a Gew44 per questo curioso spunto di storia locale bibionese.
__________________
MP
  Rispondi citando

Vecchio 07-02-2018, 17.07.48   #10
Gew44
Utente Senior
 
L'avatar di Gew44
 
Gew44 ora è in linea
Data di registrazione: Wed May 2007
Ubicazione: E. Romagna - Bologna
Messaggi: 6,159
Predefinito

A solo titolo di cronaca posto la foto del Faro Bibionese.
Immagini allegate
Tipo di file: jpg Bibione_faro.jpg (20.6 KB, 49 visite)
__________________
Massimo

Chi ha paura muore ogni giorno...chi non ha paura muore una volta sola.
  Rispondi citando

Vecchio 13-02-2018, 20.44.14   #11
redcell
Utente
 
redcell non in linea
Data di registrazione: Sat Feb 2018
Messaggi: 3
Predefinito

Ringrazio tutti per le risposte, ero passato anch'io in bici un anno fa a Bibione nei pressi del faro e mi ricordo che proprio in quel momento stavo pensando a dove poteva trovarsi quella postazione di avvistamento. Avevo scartato l'idea della casetta del faro, pensavo a qualcosa di un pò più arretrato lungo il fiume, abitazione che come è stato ipotizzato in precedenza potrebbe non esistere più.
Il corso per radaristi a cui avrebbero dovuto partecipare i membri del reparto imbarcati sulla San Marco si doveva tenere a Villa Masieri, vicino Tricesimo (UD).
Aggiungo un'altra notizia sul capitano Fuchs: sulla macchina aveva un disegno: l'Istria con una volpe in primo piano. Si sentiva un pò Rommel o ne aveva adattato il soprannome sembra che si facesse chiamare la volpe dell'Istria.

Ultima modifica di redcell : 13-02-2018 21.02.54.
  Rispondi citando
Rispondi


Stanno leggendo questa discussione: 1 (0 utenti e 1 visitatori)
 
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata
Modalità di visualizzazione

Regole di scrittura
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is Attivo
smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato

Vai al forum



Tutti gli orari sono GMT +2. Attualmente sono le 07.44.02.


vBulletin skin developed by: eXtremepixels
Powered by vBulletin versione 3.8.9
Copyright ©: 2000 - 2018, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia. it